Isis, sempre più combattenti rinunciano: "Siamo senza cibo"

Il califfato non paga più i suoi militanti e in molti stanno deponendo le armi

I combattenti dello Stato islamico depongono le armi e si presentano all'esercito iracheno con le mani in alto e le pance vuote perché il califfato non li paga pià e non ha i soldi nemmeno per sfamarli.

Lo scrive il Sun riportando le dichiarazioni del generale Paul Frank, comandante di una task force contro lo Stato islamico. "E' una tendenza crescente che stiamo riscontrando - spiega -, si arrendono subito e ci spiegano che i loro capi li hanno abbandonati senza più pagarli ne' nutrirli". Sono i commenti raccolti anche dalle forze curde dei Peshmerga.

Giovedì l'esercito iracheno è riuscito a riconquistare Hawija una delle ultime roccaforti dello Stato islamico senza particolare resistenza da parte degli uomini del califfato. "Siamo rimasti sorpresi dalla velocita' con cui il nemico ha abbandonato", commenta ancora il generale Frank. 

Fonte: The Sun →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento