Alberto Stasi scrive dal carcere: "Io, vittima come Enzo Tortora"

In cella a Bollate dal dodici dicembre scorso, Stasi dovrà scontare sedici anni di pena. "I giudici volevano un colpevole", scrive in una lettera inviata al Quotidiano Nazionale

"Io come Enzo Tortora, sono vittima di un processo mediatico". Alberto Stasi scrive una lettera-memoriale dal carcere di Bollate, dove ha iniziato a scontare la pena definitiva di sedici anni per l'omicidio della sua fidanzata Chiara Poggi, avvenuto il 13 agosto 2007.

Sei facciate di fogli protocollo, scritte in stampatello, e inviate al Quotidiano Nazionale lo scorso 14 dicembre. Il commercialista, 32 anni, non si definisce un carcerato ma un "prigioniero":

Mi sembra che in casi come il mio si voglia a tutti i costi consegnare un colpevole all'opinione pubblica, senza però preoccuparsi se colui che viene indicato come tale sia effettivamente il colpevole e non una vittima di errate decisioni e aspettative.

La sentenza, secondo Stasi, era già stata scritta dai giornali e dai media, che avrebbero così condizionato le decisioni dei giudici. E poi il paragone che farà discutere: "In situazioni come queste, le persone vengono esibite come trofei alzati al cielo dopo una vittoria. È sempre stato così e sempre sarà, da Sacco e Vanzetti a Tortora".


 



Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • chiedi la grazia come quell'altro bastardo di CORONA

  • Vigliacco buffone e paiaccio..come hai potuto ammazzare la tua fidanzata fatti la galera muto e rassegnato bastardo

  • non deve neanche nominarlo Enzo Tortora questo assassino pedofilo!

  • Gli hanno dato troppo poco per quello che ha fatto ed ha il coraggio di lamentarsi? I giornalisti farebbero meglio ad interessarsi di fatti realmente seri che lasciare spazio ad un essere già giudicato e condannato. Questa prerogativa purtroppo è lasciata solo ai danarosi mentre gli altri carcerati vengono sepolti e destinati all'oblio. Amen

  • Data la situazione, comprensibile che lo Stasi sia un po' fuori di testa! Che si paragoni a Tortora, mi pare eccessivo. Dobbiamo riconoscere che, nel nostro paese, in questi ultimi periodi, c'è molta gente che si è montata la testa! Colpa del clima?

  • Il 100% della popolazione carceraria è innocente, almeno a sentire loro..

Più letti della settimana

  • Asso di denari

    Sanità, le 24 prestazioni mediche che diventeranno a pagamento

  • Mondo

    Usa: treno di pendolari si schianta in stazione, forse un errore umano

  • Cronaca

    Luna nera il 30 settembre: "Ci sarà la fine del mondo"

  • Vip

    Gf Vip, tra Bettarini e Alessia Macari scatta il primo bacio

Torna su
Today è in caricamento