Cerca per anni la madre naturale, lei risponde: "Sei nata da una violenza, dimenticami"

Luisa aveva lanciato un appello per ritrovare la madre biologica. Una lettera anonima mette fine alle sue speranze: "Per me sei solo la più dolorosa ferita che ho avuto a 18 anni"

Luisa Velluti, parrucchiera 29enne della provincia di Belluno, aveva lanciato un appello dalle colonne de Il Gazzettino e alla trasmissione Chi l'ha visto? per ritrovare la madre biologica, che l'abbondonò subito dopo il parto all'ospedale di Montebelluna.

Ma la risposta che è arrivata non è certo quella che si aspettava.

Nella buca delle lettere, scrive Il Gazzettino, è arrivata una lettera anonima che mette fine a tutte le speranze di Luisa.

"Luisa, non ho scelto io di chiamarti così nè di averti, per me sei solo la più dolorosa ferita che ho avuto a 18 anni. Tutto sognavo e tutto potevo sperare, ma non certo la violenza che ho subito e di cui tu sei simbolo (...) Non sbandierare una storia che non c'è. Rispetta il mio dolore e la mia solitudine...."

Fonte: Il Gazzettino →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento