Coppia di mamme adotta 'legalmente' le figlie reciproche

Permessa la stepchild adoption: è il primo caso in Italia. Le due donne avevano avuto le bimbe dallo stesso donatore

Immagine d'archivio

Due mamme milanesi, coppia gay, hanno legalmente adottato le reciproche figlie, di 5 e 6 anni, avute con lo stesso donatore.

Si tratta di un caso unico (e destinato a fare scuola) in Italia. La sentenza è stata depositata l'altro giorno in corte d'Appello a Milano, dopo un travaglio legale, è il caso di dirlo, di circa 8 anni.

Le due bimbe così diventano sorelline di fatto. E la loro una famiglia vera (e legale) "con coniugi", come è scritto nel testo depositato. "Condividono ogni scelta - riportano i giudici - e svolgono i ruoli familiari in alternanza e condivisione, solidali. Nell’ambiente sociale, medico e scolastico il nucleo familiare a quattro è stato sempre senza problemi riconosciuto come tale e mai finora si sono riscontrati episodi di discriminazione".

Le due mamme si erano conosciute e innamorate agli inizi degli anni Duemila. Il pm in primo grado, come riportano Corriere e Repubblica, si era dichiarato favorevole all'adozione incrociata, ma lo scorso anno il tribunale del minorenni aveva rigettato le richieste delle due donne, poichè, al 2016, non si prevedevano "famiglie allargate" mancando "i presupposti di fatto". Le mamme, con la legge Cirinnà, costituiscono però un'unione civile e fanno ricorso. Nella nuova sentenza, così, prevale "l'interesse del minore", con l'importanza del "consolidamento dei rapporti tra il minore e persone che già si prendono cura di lui". 

Le bimbe avranno il doppio cognome. 

Fonte: MilanoToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento