Denuncia choc di un cardinale: "Troviamo gli infiltrati massoni in Vaticano"

Tra lo stupore dei confratelli, un cardinale presente alle congregazioni che hanno preceduto il conclave, avrebbe affermato che "dobbiamo seriamente affrontare il problema della massoneria e fare di tutto per trovare possibili infiltrati dentro al Vaticano"

ROMA - Un cardinale avrebbe denunciato gli "affari" delle Logge massoniche nella Chiesa di Roma, esortando i confratelli a "chiudere la vicenda". Il tutto nei giorni delle congregazioni generali che hanno preceduto il conclave dal quale è uscito Papa il gesuita Jorge Mario Bergoglio.

Il retroscena sulla "massoneria in Vaticano" viene raccontato a Il Giornale da un cardinale italiano presente nell'Aula nuova del Sinodo dove agli inizi di marzo i porporati lavoravano in vista della clausura nella Cappella Sistina.

L'autore dell'articolo, Fabio Marchese Ragona, scrive: "Tra lo stupore dei confratelli, il porporato, inizia a leggere il testo di svariate cartelle, fino a quando non pronuncia quella parola che nessuno avrebbe immaginato venisse detta proprio in quella sede: massoneria". E aggiunge che, come raccontato dal porporato rimasto anonimo, "un gruppo di cardinali sarebbe intenzionato a parlare dell'argomento con Bergoglio alla prima occasione utile". 

Fonte: Il Giornale →

Potrebbe interessarti

  • Come fare la valigia perfetta

Più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Addio Nadia Toffa, in centinaia alla camera ardente

Torna su
Today è in caricamento