Omicidio Melania Rea: "Parolisi non potrà più vedere la figlia Vittoria"

Questa la decisione dei giudici secondo quanto riporta il settimanale Giallo: "Non vi è dubbio della drammaticità e della irreversibilità delle difficoltà morali, psicologiche e materiali causate da Salvatore Parolisi alla figlia". Proibiti anche eventuali contatti telefonici ed epistolari

Dopo la condanna a vent'anni di carcere per l'omicidio della moglie Melania Rea, Salvatore Parolisi non potrà più rivedere la figlia Vittoria. Questa la decisione dei magistrati, come riporta il settimanale Giallo: "Non vi è dubbio della drammaticità e della irreversibilità delle difficoltà morali, psicologiche e materiali causate da Salvatore Parolisi alla figlia: difficilmente avrebbe potuto fare di peggio".

La piccola Vittoria - che all'epoca dell'omicidio avvenuto nel 2011 aveva solo due anni - è stata affidata ai nonni materni, dai quali è seguita con cura e amore, come riconosciuto dai magistrati, per i quali eventuali contatti con il padre potrebbero essere per lei motivo di disturbo: "La assoluta gravità dei comportamenti fa escludere a questo Collegio, composto anche da esperti psicologi, che il Parolisi possa avere qualsiasi tipo di relazione e rapporto con la figlia Vittoria e che tali rapporti possano essere minimamente positivi per la figlia stessa".