Assolda un killer per uccidere suo marito: ma è un poliziotto in incognito

"Non voglio dargli il dolore di un divorzio". E così una donna ha chiesto aiuto a un uomo che pensava essere un killer professionista. E' stata arrestata. Ma suo marito l'ha perdonata

"Non lo amo più ma non posso lasciarlo. Il divorzio gli spezzerebbe il cuore". E così, per non dare questo dolore a suo marito, Julia Charlene Merfeld, originaria di Muskegon, Michingan, ha pensato bene di assoldare un killer per uccidere il suo 'amato'.

Purtroppo per lei, e per fortuna del marito, la donna non si è rivolta a un vero killer bensì a un agente sotto copertura che ha filmato tutta la "trattativa" fino ad arrivare all'ovvio arresto della premurosa moglie.

Il video è stato postato dalla polizia americana sul web: la donna spiega a quello che pensava essere un freddo killer che era costretta a uccidere suo marito per non dargli il dolore di un divorzio. E così cerca sull'agenda la data perfetta per l'omicidio, "un giovedì". La location scelta? Poco importa: l'importante è che sia "lontano da casa per evitare disordini".

GUARDA IL VIDEO DELLA "TRATTATIVA"

"Può sembrare terribile" dice la donna al killer-agente "ma così è molto più facile che divorziare. Non devo preoccuparmi del giudizio della sua famiglia, né di dargli questo dolore".

In realtà, secondo le forze dell'ordine, dietro la decisione di far fuori suo marito non c'era l'amore ormai giunto al termine ma l'assicurazione sulla vita dell'uomo che avrebbe fruttato alla consorte 400mila dollari. Di questi, 50mila sarebbero finiti nelle tasche del killer.

Nonostante ciò il marito ha chiesto di non mandarla in prigione: "La perdono, rimandatemela a casa".

Fonte: The Telegraph →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento