E' morta Laga, il "cane eroe" che scavò tra le macerie di Amatrice

Il post straziante del suo padrone su Facebook: "Chiudo l'orizzonte. Ti bacio. E vado via"

Foto Facebook Carlo Grossi

Dopo il terremoto di Amatrice del 24 agosto 2016, aveva scavato tra le macerie, trovando morti e superstiti, insieme al suo padrone Carlo Grossi, infermiere del 118 e conduttore dell'unità cinofila nell'associazione nazionale Carabinieri. Laga, femmina di pastore tedesco, aveva individuato i corpi senza vita dei figli di Carlo, uno di 23 e una di 21, sotto le macerie.

Oggi, dopo una lunga malattia, Laga è morta. L'annuncio lo ha dato lo stesso Carlo sul suo profilo Facebook: "Ciao Laga. Un addio. È tramontato il sogno. Chiudo l'orizzonte. Ti bacio. E vado via".

Poco dopo quel terribile terremoto, l'uomo raccontò: "Ho tirato fuori dalle macerie la mia ex moglie, ferita ma viva, e poi, continuando a scavare con le mani, ho trovato prima mia figlia Anna, di 21 anni, e poi mio figlio Franco, di 23. Morti tutti e due". Il fiuto di Laga "fu decisivo nel salvare la compagna di Carlo Grossi", scrive il Corriere della Sera

Fonte: Corriere della Sera →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento