menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Calcio in lutto, è morto a 47 anni Pavel Srníček

L'ex portiere con un passato anche in Italia, nel Brescia, era stato colpito nove giorni fa da un infarto mentre faceva jogging

Srnicek in un Brescia-Juve (Foto da Corriere.it)

Il suo cuore ha smesso di battere per sempre. E' morto Pavel Srníček, ex portiere con un passato anche in Italia, nel Brescia. Aveva solo 47 anni. Srnicek stava facendo jogging nella città di Ostrava quando è stato colpito da un attacco cardiaco. Il suo cuore ha smesso di battere per 20 minuti; dopo il trasporto d'urgenza in ospedale è stato tenuto in coma indotto. per nove giorni, fino al tragico epilogo di oggi.

Aveva giocato alcune stagioni da titolare nel Newcastle, ma la competizione prima con Shaka Hislop, poi con Shay Given, divenuto titolare a partire dalla stagione 1997/'98, lo convinsero a cambiare aria e a trasferirsi allo Sheffield Wednesday. Poi il trasferimento in Italia: nel 2000 fu tesserato dal Brescia neopromosso in serie A. Dopo aver giocato anche in Portogallo nel Beira-Mar, nel 2006 tornò al Newcastle, poi si ritirò.

Nel corso della sua carriera Srnicek ha indossato 49 volte la maglia della nazionale partecipando da titolare all’europeo del 2000 e da riserva a quello, trionfale, del 1996.



Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Attenti alla pianta velenosa: "Si trova anche nei parchi italiani"

    • Gossip

      Lutto per Mara Venier, è morto l'ex marito

    • Economia

      "Figli a carico, via i bonus: un assegno di 150 euro per tutti"

    • Citta

      Assalto al bar dopo Milan-Juventus, due accoltellati e un arresto

    Torna su