Studentessa muore a 24 anni di malnutrizione per poter pagare le cure per il fratello disabile

Il caso della giovane Wu Huayan ha scosso la Cina. Gravemente debilitata, pesava poco più di 20 kg per appena 135 centimetri

Per pagare le cure al fratello malato, una giovane studentessa universitaria si era ridotta a vivere con solo 2 yuan (circa 26 centesimi di euro) al giorno finché non è morta di malnutrizione. Il caso di Wu Huayan ha creato molto scalpore in Cina.

Originari della provincia di Guizhou, una delle più povere della Cina, i due fratelli Wu persero la madre molto presto. Quando lei aveva solo 18 anni, anche il padre morì, lasciandola da sola ad occuparsi del fratello, affetto da problemi mentali e potendo contare soltanto sull'aiuto prima della nonna e poi di due zii, con appena 300 yuan al mese ciascuno (39 euro).

Il caso della studentessa morta di malnutrizione scuote la Cina

Pur di pagare le cure mediche per il fratello, affetto da problemi mentali, per cinque anni Wu Huayan si sarebbe ridotta a vivere nutrendosi soltanto di riso e peperoncini finché il suo fisico non ha retto più ed è stata ricoverata in ospedale lo scorso ottobre. Secondo i medici, la giovane studentessa era arrivata a pesare poco più di 20 kg per 135 centimetri e aveva perso quasi tutti i capelli in conseguenza della denutrizione, che le aveva provocato anche danni al cuore e ai reni.

Ricoverata in ospedale, Huayan lanciò un appello ai media per chiedere aiuto e sostegno economico. In molti si erano mobilitati per aiutarla, tramite raccolte fondi su piattaforme di crowdfunding e donazioni che però solo in parte sarebbero arrivati effettivamente alla giovane, circostanza che ha suscitato indignazione nei confronti dell'organizzazione di beneficenza che ha lanciato la campagna di crowdfunding, la China Charities Aid Foundation for Children (CCAFC). Poco prima della sua morte, fonti ufficiale avevano fatto sapere che la giovane aveva diritto al sussidio minimo governativo (tra i 300 e i 700 yuan al mese), più un fondo di emergenza di 20mila yuan. Ma ormai il suo fisico era troppo debilitato e per lei non c'è stato niente da fare. La notizia della sua morte è stata confermata dal fratello.

Secondo i dati dell'istituto nazionale di statistica cinese, nel 2017 nelle zone rurali vivevano ancora 30.46 milioni di persone al di sotto della soglia di povertà di 1,90 dollari al giorno. In un rapporto del 2018, il Fondo monetario internazionale ha definito la Cina "uno dei paesi più diseguali del mondo".

Fonte: BBC News →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento