Chernobyl, inaugurata la nuova copertura: "È la più grande del mondo"

Inaugurato il gigantesco arco di cemento e acciaio che copre il reattore che esplose nel 1986 a Chernobyl. La costruzione ha un'ossatura metallica di 25mila tonnellate, è alta 108 metri e lunga 162 metri; è la più grande struttura terrestre mobile al mondo

La nuova struttura (Ansa)

La nuova cupola che dovrà mettere in sicurezza Chernobyl per i prossimi 100 anni è stata inaugurata. La struttura ha ricoperto il reattore che nel 1986 esplose provocando il più grave disastro atomico della storia. La struttura a forma di arco ha un'ossatura metallica di 25mila tonnellate, è alta 108 metri e lunga 162 metri. "Questo le permetterebbe di coprire lo Stade de France o la Statua della Libertà" ha osservato in un comunicato Novarka, la joint venture dei gruppi Bouygues e Vince che ha realizzato la struttura, che è la più grande struttura terrestre mobile al mondo. I costi, stimati intorno ai 2,1 miliardi di euro.

L'obiettivo è quello d'impedire le fuoriuscite di materiale radiattivo dall'impianto distrutto e permettere ai tecnici di operare per lo smantellamento futuro del famigerato reattore numero 4. Il 26 aprile 1986, alle ore locali 1.23, quel reattore a grafite esplose, rilasciando nell'atmosfera materiali radioattivi prodotti dalla combustione dell'uranio e diffondendo gli isotopi su tre quarti dell'Europa e soprattutto su Ucraina, Bielorussia e Russia, all'epoca repubbliche sovietiche. Tantissime furono le persone che subirono la conseguenza della contaminazione, anche se il loro numero rimane controverso, andando dalla trentina di morti ufficialmente riconosciuti alle migliaia di contaminati di cui si parla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo 206 giorni fu approntato un "sarcofago" con 400mila metri cubi di cemento armato, che tuttavia si è dovuto rafforzare diverse volte e ha terminato il suo ciclo di vita, spiega Askanews. Per la costruzione della cupola è stato attivato un fondo dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers), che ha raccolto 2,1 miliardi di euro. L'arco è stato costruito a parte e ora dovrà essere collocato. Sarà pienamente operativo alla fine del 2017, quando anche gli equipaggiamenti saranno installati.

Fonte: Radio Free Europe / Radio Liberty →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento