Arriva "occhio di aquila": la telecamera che multa in automatico le auto furbette

E' partita la sperimentazione a Milano: ecco come funziona il nuovo strumento Atm

"Occhio di aquila" sbarca a Milano. Di cosa parliamo? Si tratta di una telecamera montata su una macchina della flotta Atm - l'azienda che gestisce il trasporto pubblico nel capoluogo lombardo - in grado di scannerizzare in automatico le auto parcheggiate. Ai "controllori" basterà passare accanto alle auto per scoprire quelle in "divieto". E quindi, evidentemente, far partire le multe. Atm, che a Milano gestisce la sosta sulle strisce blu in città, ha dunque un nuovo strumento nella lotta ai furbetti del grattin", per controllare l’avvenuto pagamento della sosta su strada.

Occhio di aquila, la telecamera contro i furbetti della sosta

La sperimentazione è partita ieri. Come spiega Il Giorno, l'occhio di aquila consiste in una telecamera capace di leggere le targhe delle auto semplicemente passandovi accanto e trasmette, su rete wireless, eventuali irregolarità al cervellone centrale che gestirà i dati da tradurre poi in multa.

Addio ricorsi: le multe per semaforo rosso vanno pagate anche se il giallo dura pochissimo

Il sistema ricorda molto da vicino il vecchio street control a lungo usato dalla polizia locale, ma stavolta sarà completamente gestito da Atm. I primi esperimenti sono stati effettuati martedì mattina in zona Palasharp. Una volta finite le verifiche, l'occhio di aquila scenderà in campo.

Fonte: Il Giorno →

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Francamente io, che ho sempre pagato il dovuto, mugugnato ma pagato, sono più che contento che ci si creda "furbo" venga bastonato.

  • malati di mente. Ma pensate che la gente i soldi li ruba o li lavora?

    • Pensano che anche noi li rubiamo come loro li rubano a noi!

Più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019

    Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Rassegna

    Bus di studenti incendiato, il ragazzino eroe: "Così mi sono liberato e ho chiamato i soccorsi"

  • Love & corn

    Belen rompe il silenzio: "E' stato Stefano a tornare: aveva sbagliato. Non sono riuscita a costruire un'altra famiglia"

  • Love & corn

    Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

Torna su
Today è in caricamento