Olio d'oliva cinese venduto come italiano: riesplode lo scandalo

I tanti produttori onesti sono infuriati, e i consumatori sono preoccupati. Il timore concreto è che gli oli asiatici e africani invadano il mercato italiano

I tanti produttori onesti sono infuriati, e i consumatori sono preoccupati.

Torna d'attualità il problema dell'olio di oliva importato dalla Cina.

La polizia ha fermato a Punta Scutolo un uomo che nella sua Smart trasportava 200 litri di prodotto "italiano". Ma ad un controllo più attento è stato scoperto che si trattava di olio cinese. Era destinato a un noto ristorante della zona.

Il timore concreto è che gli oli asiatici e africani invadano il mercato italiano mettendo in ginocchio le imprese agricole locali.

Le bottiglie all'interno della Smart riportavano scritte in cinese e mancavano di ogni riferimento alla normativa europea sulla sicurezza alimentare.

Fonte: Il Giornale →

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • 200 litri in una Smart?

  • Mi domando: è solo colpa di cinesi e nordafricani o anche di rivenditori nostrani che giocano sull'equivoco intascando illeciti guadagni?

Più letti della settimana

  • Elezioni europee 2019

    Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Sport

    Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019

    Elezioni europee 2019, fac simile della scheda elettorale (e come si vota)

  • Politica

    Elezioni Europee, tutte le liste e i candidati all'Europarlamento

Torna su
Today è in caricamento