Olio d'oliva venduto come extravergine: 7 note aziende italiane nei guai

Dell’indagine, in corso a Torino, è stato informato anche il ministero delle Politiche agricole. Ne parla il quotidiano La Stampa

(foto di repertorio)

Meno pregiato e soprattutto meno costoso. Semplice olio d'oliva venduto come "extravergine".

Come racconta il quotidiano La Stampa, lo ha scoperto la procura di Torino dopo aver fatto analizzare alcuni campioni di bottiglie prelevate nei supermercati dai carabinieri del Nas dal laboratorio dell’Agenzie delle dogane e dei monopoli. Il pm Raffaele Guariniello ha iscritto sul registro degli indagati per frode in commercio i responsabili legali di sette aziende produttrici di olio: Carapelli, Bertolli, Sasso, Coricelli, Santa Sabina, Prima Donna (confezionato per la Lidl) e Antica Badia (per Eurospin). E’ stato informato dell’indagine anche il ministero delle Politiche agricole.

L’indagine è partita dopo la segnalazione di una testata giornalistica specializzata, il mensile dei consumatori "Il Test".

Fonte: La Stampa →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento