Gli orsetti di peluche 'intubati' per i bambini in ospedale

L'idea è venuta a Fiona Allan, una 28enne scozzese affetta da una grave malattia: “Aiutano i piccoli pazienti ad adattarsi meglio ai dispositivi medici. Così si sentono normali”

Uno degli orsetti realizzati da Fiona Allan

Stare in ospedale non piace a nessuno, specialmente ai più piccoli. Allora come fare per far sentire maggiormente a proprio agio i piccoli pazienti? Degli orsetti di peluche con tubi, tubicini, flebo, sondini, cateteri e cerotti. Si tratta dell'idea di Fiona Allan, una donna di 28 anni di Glasgow, in Scozia, che ha realizzato dei Teddy Bear fatti apposta per i bimbi in ospedale. La 28enne, che è affetta da una grave malattia che la costringe a vivere con un catetere chirurgico e un sondino nasale, dallo scorso novembre ha iniziato a realizzare gli orsetti pensando ai bimbi malati: un modo per farli sentire 'normali'.

Come raccontato dalla diretta interessata alla Bbc, i peluche intubati hanno avuto un grande successo e sono molto richiesti: Fiona ne ha realizzati una ventina, aggiungendo tubi e cateteri veri. La Bbc ha intervistato anche Emily Cotton, mamma di un piccolo paziente, entusiasta di questa idea: “L'orsacchiotto ha aiutato mia figlia ad adattarsi ai dispositivi medici che ha. La distrae mentre infiliamo o togliamo quelli veri da lei ed è facile spiegare agli altri bambini perché lei ha bisogno di tutte le sue valvole per vivere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: BBC News →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento