Gli orsetti di peluche 'intubati' per i bambini in ospedale

L'idea è venuta a Fiona Allan, una 28enne scozzese affetta da una grave malattia: “Aiutano i piccoli pazienti ad adattarsi meglio ai dispositivi medici. Così si sentono normali”

Uno degli orsetti realizzati da Fiona Allan

Stare in ospedale non piace a nessuno, specialmente ai più piccoli. Allora come fare per far sentire maggiormente a proprio agio i piccoli pazienti? Degli orsetti di peluche con tubi, tubicini, flebo, sondini, cateteri e cerotti. Si tratta dell'idea di Fiona Allan, una donna di 28 anni di Glasgow, in Scozia, che ha realizzato dei Teddy Bear fatti apposta per i bimbi in ospedale. La 28enne, che è affetta da una grave malattia che la costringe a vivere con un catetere chirurgico e un sondino nasale, dallo scorso novembre ha iniziato a realizzare gli orsetti pensando ai bimbi malati: un modo per farli sentire 'normali'.

Come raccontato dalla diretta interessata alla Bbc, i peluche intubati hanno avuto un grande successo e sono molto richiesti: Fiona ne ha realizzati una ventina, aggiungendo tubi e cateteri veri. La Bbc ha intervistato anche Emily Cotton, mamma di un piccolo paziente, entusiasta di questa idea: “L'orsacchiotto ha aiutato mia figlia ad adattarsi ai dispositivi medici che ha. La distrae mentre infiliamo o togliamo quelli veri da lei ed è facile spiegare agli altri bambini perché lei ha bisogno di tutte le sue valvole per vivere”.

Fonte: BBC News →

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Più letti della settimana

  • Sport

    Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Meteo

    Meteo, ecco il caldo (e sarà rovente): c'è la data

  • Cronaca

    Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Love & corn

    Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

Torna su
Today è in caricamento