Pensioni, quasi un milione di persone in piazza contro la riforma "a punti"

Uno sciopero che abbraccia tutto il paese mette in ginocchio la Francia: anche i gilet gialli in piazza contro la riforma delle pensioni voluta dal presidente Macron

contri in Francia per la riforma delle pensioni. Un momento degli scontri a Parigi, foto ANSA YOAN VALAT

Insegnanti, vigili del fuoco, ferrovieri, funzionari pubblici: oltre 800mila persone sono scese per le strade di Parigi. Oggi è il turno dei gilet gialli che tornano a sfilare davanti al Ministero dell'Economia di Parigi per il 56esimo atto del movimento.

Una mobilitazione, quella sulla riforma sociale e in particolare sulle pensioni, che si trascina da mesi nel tentativo di far piegare il governo e che promette un weekend terribile per i trasporti nella capitale francese.

Il gestore delle ferrovie Sncf ha avvertito che le interruzioni arriveranno allo stesso livello degli ultimi due giorni, con appena il 10-15% dei treni ad alta velocità e regionali circolanti. La metro di Parigi ha nove linee totalmente ferme, cinque parzialmente operative, mentre solo le linee automatiche 1 e 14 funzionano normalmente. Cancellazioni sono previste anche sui treni internazionali Eurostar e Thalys.

Ieri sono stati registrati 600 chilometri di code lungo le strade attorno alla capitale francese. I sindacati della Ratp, le ferrovie regionali, hanno annunciato che lo sciopero potrebbe andare avanti sino a lunedì.

Pensioni, che cosa cambia in Francia

Il sistema pensionistico francese è di tipo retributivo e si va in pensione a partire dai 62 anni. Tuttavia per la pensione piena è necessario lavorare fino ai 67 anni.

La riforma prevede la rimozione di alcuni regimi speciali che consentono trattamenti più generosi e finestre di ritiro anticipate ad alcune categorie come ad esempio i ferrovieri. Inoltre verrebbe introdotto un sistema a punti che incentivi i lavoratori a lavorare più a lungo per ottenere un assegno più ricco, fino ad arrivare al 55% in più per chi decide di andare in pensione a 75 anni.

Secondo i sindacati sarebbe un sistema incoraggerebbe di "lavoro perpetuo" accentrando il ruolo decisionale del governo. Insomma, molto meno che con la legge Fornero.

Scontri in Francia per la riforma delle pensioni. Un momento degli scontri a Parigi foto ANSA YOAN VALAT-2-2

Fonte: Le parisien →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento