Abbandonata quando era neonata, fa causa al padre e la vince: avrà un risarcimento

E' una sentenza destinata probabilmente a "fare storia" quella che riguarda una ragazza di Arezzo, come racconta Il Giorno

Era una neonata quando il padre decise di abbandonarla, dopo averla riconosciuta.

In tutti questi anni non si è mai occupato in nessuna maniera della figlia, che appena diventata maggiorenne, assistita dall'avvocato Iacopo Gori, ha deciso di fare causa all'uomo e l'ha vinta: il Tribunale di Mantova ha infatti condannato il padre a versarle un risarcimento.

E' una sentenza destinata probabilmente a "fare storia" quella che riguarda una ragazza di Arezzo, come racconta Il Giorno.

L'avvocato spiega come sono andate le cose: "La giovane è figlia di una coppia sposata. Il padre l'ha riconosciuta, ma di fatto non se ne è mai occupato. Dopo poco la nascita della bambina, si è trasferito in Lombardia e si è rifatto un'altra vita e un'altra famiglia. La bambina ha vissuto con la madre e a nulla sono valsi i tentativi, portati avanti anche tramite parenti, di riallacciare il rapporto con il padre".

La ragazza è diventata grande in fretta e ha deciso di agire:

«Così, diventata maggiorenne, la ragazza ha deciso di fargli causa - spiega l'avvocato Gori - La richiesta iniziale era di oltre 100mila euro, alla fine il giudice ha ridotto il risarcimento a 1000 euro per ogni anno fino a 18 anni e 500 per ogni anno successivo. Ma è importante il fatto che è stato affermato un principio: il diritto a mantenere un rapporto durante la crescita con entrambi i genitori e il diritto a un danno esistenziale se questo diritto viene leso». Il risarcimento dunque ammonterà all'incirca a 22mila euro.

"Il giudice ha ritenuto superfluo persino sentire i numerosi testimoni indicati dalla giovane, dato che il padre non ha mai negato la circostanza di non averle prestato assistenza, morale oltre che materiale", continua il legale. "L'importanza della sentenza sta proprio nel riconoscimento di un danno esistenziale per effetto della lesione di un diritto costituzionalmente tutelato, ossia quello alla famiglia e ad un normale rapporto con entrambi i genitori, in termini di accompagnamento alla crescita, e non soltanto in senso classico patrimoniale come siamo abituati a pensare".

Fonte: Il Giorno →

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Più letti della settimana

  • Sport

    Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019

    Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Politica

    Elezioni Europee, tutte le liste e i candidati all'Europarlamento

  • Elezioni europee 2019

    Elezioni europee 2019, fac simile della scheda elettorale (e come si vota)

Torna su
Today è in caricamento