Ragazzo gay cileno torturato da neonazisti: è in coma cerebrale

Brutale aggressione ai danni di un ragazzo gay cileno da parte di un gruppo di neonazisti

E' in coma irreversibile Daniel Zamudio, giovane gay cileno di 24 anni, aggredito brutalmente da un gruppo di neonazisti.
Il ragazzo è stato torturaro per oltre sei ore, durante le quali il branco gli ha staccato un orecchio, bruciato una gamba e colpito più volte allo stomaco con una grossa pietra.

I neonazisti gli hanno inoltre tracciato alcune svastiche sul corpo con dei pezzi di vetro.

L'aggressione è avvenuta diversi giorni fa, ma la notizia è stata resa pubblica solo ora, a morte celebrale dichiarata.

Tre giovani del branco sono stati identificati e arrestati.

(fonte foto: El Mostrador)



Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Beppe
    Beppe

    Sono perché era gay??? E voi che siete assassini ??? Voi siete persone da eliminare dalla faccia della terra .... Spero che facciate una brutta fine tutti quanti ...

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Hotel Rigopiano, i dispersi sono ancora più di 20: si scava senza sosta

  • Sport

    Coppa Italia 2016-2017: calendario, tabellone, orari e risultati della Tim Cup

  • Mondo

    La sigaretta elettronica gli esplode in bocca: su Facebook le foto dell'orrore

  • Rassegna

    Rigopiano, soccorritori in lacrime: "Non chiamateci eroi, è il nostro lavoro"

Torna su
Today è in caricamento