menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Ragazzo gay cileno torturato da neonazisti: è in coma cerebrale

Brutale aggressione ai danni di un ragazzo gay cileno da parte di un gruppo di neonazisti

%title%

E' in coma irreversibile Daniel Zamudio, giovane gay cileno di 24 anni, aggredito brutalmente da un gruppo di neonazisti.
Il ragazzo è stato torturaro per oltre sei ore, durante le quali il branco gli ha staccato un orecchio, bruciato una gamba e colpito più volte allo stomaco con una grossa pietra.

I neonazisti gli hanno inoltre tracciato alcune svastiche sul corpo con dei pezzi di vetro.

L'aggressione è avvenuta diversi giorni fa, ma la notizia è stata resa pubblica solo ora, a morte celebrale dichiarata.

Tre giovani del branco sono stati identificati e arrestati.

(fonte foto: El Mostrador)






Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Beppe
    Beppe

    Sono perché era gay??? E voi che siete assassini ??? Voi siete persone da eliminare dalla faccia della terra .... Spero che facciate una brutta fine tutti quanti ...

Potrebbe Interessarti

Torna su