"Negra di m...", insulti razzisti alla figlia 13enne dell'assessore

Germana Paoletti, assessore alle Politiche sociali ed educative del Municipio X di Roma, ha raccontato quanto accaduto in Abruzzo su Facebook

Un episodio grave e deprecabile. Insulti razzisti alla figlia di Germana Paoletti, assessore alle Politiche sociali ed educative del Municipio X di Roma. L'episodio si è verificato a Rocca di Mezzo, in Abruzzo, secondo quanto denuncia lei stessa sul suo profilo Facebook.

Insulti razzisti alla figlia di Germana Paoletti

"E' successa una cosa molto grave, si è materializzata una delle paure più grandi per le mie figlie - racconta l'assessore -, siamo a Rocca di Mezzo, ridente paesino abruzzese, che pullula di romani in vacanza, la mia figlia più piccola, di 13 anni, stava camminando, alle 18,30 di pomeriggio, per raggiungere i suoi amici, quando una macchina l’ha avvicinata, ha aperto il finestrino e quello che dovrebbe essere un uomo le ha gridato "NEGRA DI MERDA!". Ora io sono sconvolta per la gratuità, per la crudeltà dell’offesa, per la paura che alle offese verbali possano seguire quelle fisiche e non mi riferisco solo alle percosse".

"In Italia - aggiunge Paoletti in uno sfogo senza mezzi termini- più di 70000 famiglie sono state fiduciose nei valori della Costituzione e in chi li dovrebbe garantire, hanno aperto i loro cuori al mondo e ora è il Paese che ci sbatte la porta in faccia, con violenza inaudita, ci ARRUSPA per questo consenso DI M...A, di 4 sfigati che non avendo mai concluso un ca...o nella loro vita finalmente possono prendersela con qualcuno e odiare liberamente, si che sono incazzata, molto incazzata! e si lo sono perché si tratta di MIA FIGLIA, della mia famiglia e basta giustificazioni, basta basso profilo, BASTA!".

"Pagherà - dice l'assessore - chi grida insulti dai palchi come chi grida da una macchina e se non pagherà non avrà la mia garbata replica! Avrà il vostro silenzio vigliacchi! Voi tutti che pensate che questa sia la mia battaglia e non la vostra perché non vi riguarda NEGRA, ma la merda si, quella si che vi riguarda se non avrete il coraggio di fare nulla, di dire nulla".

Sara Marcozzi (M5s): "L'Abruzzo non è razzista"

Tanti gli attestati di solidarietà. "L'Abruzzo non è razzista e tutti i turisti da noi sono i benvenuti. Ciò che è successo a Rocca di Mezzo non rappresenta il pensiero del popolo abruzzese ma evidenzia solo l'ignoranza di qualcuno". Così il capogruppo M5S in Regione Abruzzo Sara Marcozzi, che continua: "L'Abruzzo è ben altro e spero che Germana Paoletti e la sua famiglia, a cui va tutta la mia solidarietà, possano scoprirlo trascorrendo una serena vacanza nella nostra regione".

Volontario della Croce Rossa nato in Ghana insultato in strada: “Sporchi la divisa che indossi” 

Fonte: MarsicaLive →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento