La vera rivoluzione di Renzi sarà nell'Arma: "fusi insieme" finanza e carabinieri

Il piano che il premier ha per le forze dell'ordine è un'operazione di grande riforma: la polizia potrebbe assorbire la forestale entro la fine del 2015 e nel 2015 anche la penitenziaria. E i carabinieri le fiamme gialle

Non si pensava a una rivoluzione del genere dal 1981, quando Francesco Cossiga portò alla smilitarizzazione della Ps. Dopo 35 anni Renzi ha deciso di prendere in mano la situazione anche in questo campo e annuncia grandi cambiamenti: il governo sta preparando una riforma di analoga portata di quella del picconatore.

La polizia potrebbe assorbire la forestale e la penitenziaria e i carabinieri potrebbero fondersi con la guardia di finanza. L’idea è di cominciare il 15 ottobre, attraverso la legge di Stabilità che prevederà la confluenza della Forestale nel Dipartimento di Ps. Il resto verrà affidato a un disegno di legge.

Un altro tratto rivoluzionario della riforma sembra essere quello legato all'inamovibilità dei capi. La legge prevede che non possano essere rimossi salvo casi eccezionali. Ecco che pensa Renzi:

Siccome sono nomine intoccabili, è ovvio che come capo si debba scegliere sempre un generale o un prefetto ultrasessantenne, perché sennò te lo ritrovi sulla poltrona per venti anni. Alla faccia del merito

Fonte: La Stampa →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento