Calci e pugni alla festa di prima comunione (e scappano senza pagare il conto)

Un ristorante di Anagni è stato teatro di una violenta rissa avvenuta dopo la cerimonia religiosa: per calmare gli animi è stato necessario l'intervento dei carabinieri

Foto di repertorio

Il pranzo di una comunione avvenuto in un ristorante di Anagni, in provincia di Frosinone, si è trasformato in una violenza rissa che ha portato alla denuncia di ben sei persone, che dopo la 'scazzottata' sono anche andati via senza saldare il conto da 700 euro. Come racconta FrosinoneToday, tutto è avvenuto nella giornata di domenica 9 giugno, con la giornata di festa che si è trasformata in una scena tratta da un film di Bud Spencer e Terence Hill, con alcuni invitati alla comunione che si sono 'scambiati' calci e pugni, rendendo fondamentale l'intervento dei carabinieri della Compagnia di Anagni.

Anagni, rissa al pranzo comunione

Durante il banchetto uno degli invitati, per futili motivi, ha colpito più volte con calci e pugni un 40enne scatenando la reazione di altri tre presenti che imperterriti hanno continuato a picchiare il malcapitato che a sua volta ha reagito insieme ad un suo parente. Come se non bastasse gli autori della rissa approfittando del parapiglia dopo essersi fatti dare la torta sono scappati via senza pagare il conto per le venti persone invitate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rissa alla comunione: le indagini

I Carabinieri della Compagnia di Anagni agli ordini del Ca. Meo a conclusione delle indagini hanno deferito in stato di libertà sei persone responsabili di “rissa aggravata con lesioni” tra cui un 46 enne, un 36 enne, un 47 enne, un 26 enne e un 40 enne, tutti residenti nella provincia di Frosinone, ed un 46 enne residente nella provincia di Roma. Tutti dovranno rispondere di rissa e danneggiamento mentre il 36enne frusinate anche di insolvenza fraudolenta. Il proprietario del ristorante ha presentato una denuncia per insolvenza fraudolenta in quanto il promotore del banchetto non ha onorato il corrispettivo di quasi 700 euro.

Fonte: FrosinoneToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento