Sopravvive per 23 giorni al gelo in Alaska: salvato grazie a un "sos" scritto sulla neve

Dopo l'incendio che ha distrutto la sua casa, Tyson Steel si è ritrovato isolato e ha cercato di sopravvivere in attesa dei soccorsi, che lo hanno avvistato grazie a un "sos" scritto sulla neve

Ha scritto un gigantesco "Sos" sulla neve, sperando di essere notato e portato in salvo, e fortunatamente così è stato. Tyson Steel, 30 anni, è stato salvato dopo essere rimasto per 23 giorni bloccato nella neve in una zona remota dell'Alaska, a una temperatura di -16 gradi. La sua casa era bruciata in un incendio, uccidendo anche il suo amato cane e lasciandolo senza un rifugio e con pochissime provviste alimentari.

A salvarlo sono stati alcuni agenti del dipartimento di pubblica sicurezza dell'Alaska. Amici e parenti, preoccupati per non aver più avuto notizie del giovane, avevano allertato le autorità, così gli agenti si sono diretti nella zona dove risultava risiedesse il giovane, per sincerarsi delle sue condizioni. Sorvolando la zona in elicottero, hanno notato la scritta sulla neve e l'uomo che si sbracciava per attirare la loro attenzione.

Per più di venti giorni, il ragazzo è riuscito a sopravvivere accedendo fuochi di fortuna e mangiando il poco cibo che aveva: burro d'arachidi, fagioli e altro scatolame. 

Pur essendo rimasto per tre settimane bloccato nella neve, i soccorsi hanno detto di aver trovato Steel in buone condizioni e in salute, "vagamente simile a Tom Hanks in 'Cast Away'". Per il momento Steel ha fatto sapere che tornerà nello Utah dalla sua famiglia, ma la sua intenzione è di tornare presto in Alaska, "perché questa è la mia casa".

Fonte: Washington Post →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento