La lite in strada, poi la sparatoria: morti padre e figlio

Prima la lite in strada, poi le urla e il boato provocato da un'arma da fuoco. Le vittime sono un giovane pugile di 18 anni, Giacomo Lupo, e il padre Antonino di 53

Foto di repertorio

Un duplice omicidio è avvenuto oggi, giovedì 14 marzo, nel quartiere Zen di Palermo. A perdere la vita un pugile di 18 anni,  Giacomo Lupo, e il padre Antonino di 53. Entrambi sono morti dopo la sparatoria avvenuta via Rocky Marciano, inutile anche il trasporto d'urgenza in ospedale. Entrambi avrebbero precedenti ma non per reati di mafia, precisano dalla Questura.

Sul posto sono accorse diverse volanti di polizia. Ancora poco chiara la dinamica. Sembra che il padre e il giovane, che aveva festeggiato il compleanno due sere fa, avrebbero discusso animatamente con qualcuno che al termine della lite avrebbe impugnato un'arma e aperto il fuoco.

"Si sono sentite le urla e molti sono scesi in strada. Appena si sono resi conto dell'accaduto - spiega un testimone a PalermoToday - sono rientrati in casa e si sono barricati". In pochi minuti sono intervenute sei volanti di polizia e due ambulanze del 118 che hanno portato i feriti al pronto soccorso, ma entrambi sarebbero deceduti poco prima di arrivare a Villa Sofia.

Fonte: PalermoToday →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento