Ferrara, la Lega festeggia coprendo lo striscione per Giulio Regeni

A Ferrara, dove la Lega ha imposto il primo sindaco di centrodestra dopo 70 anni, ieri a tarda sera prima dell’arrivo del nuovo primo cittadino Alan Fabbri, un gruppo di suoi sostenitori ha appeso la bandiera della Lega sullo scalone municipale

Definirla "caduta di stile" è riduttivo. A Ferrara, dove la Lega ha imposto il primo sindaco di centrodestra dopo 70 anni, ieri a tarda sera prima dell’arrivo del nuovo primo cittadino Alan Fabbri, un gruppo di suoi sostenitori ha appeso la bandiera della Lega sullo scalone municipale, coprendo lo striscione dedicato a Giulio Regeni. Gesto che non è passato inosservato, e che ha scatenato critiche aspre sui social network.

Gesto che ha creato sconcerto in città anche perché nei giorni scorsi di quello striscione si era parlato a lungo: era stato rubato e poi, dopo essere stato ritrovato, rimesso al suo posto da Amnesty Ferrara in collaborazione con il Comune. La vertià sull'omicidio di Giulio Regeni è ancora lontanissima. Il ricercatore italiano venne torturato e ucciso al Cairo tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio del 2016. Un mese fa i genitori avevano scritto una lettera aperta al premier Conte: "Sono trascorsi ormai più di tre anni e assieme a tantissimi cittadini di tutto il mondo attendiamo di sapere i nomi di tutti i soggetti coinvolti e di vederli assicurati alla giustizia italiana".

Fonte: Estense.com →

Potrebbe interessarti

  • Come fare la valigia perfetta

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

Più letti della settimana

  • SuperEnalotto, estratto il "6" da 209 milioni di euro: i numeri vincenti di oggi 13 agosto 2019

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Addio Nadia Toffa, in centinaia alla camera ardente

Torna su
Today è in caricamento