I Subsonica contro Beppe Grillo in difesa della "movida"

Il sito internet della band ospita la lettera aperta del chitarrista Max Casacci in risposta alle posizioni "antimovida" di Grillo

Caro Grillo
chi ti scrive fa parte di una band che ha linkato sui propri canali per lungo tempo, il materiale informativo del tuo blog, con una convinta predilezione per argomenti legati alla tutela dell'ambiente, alla saluti degli individui, all'invocazione del ricorso, per tali materie, a pragmatismo e buonsenso. Atteggiamenti giudicati, troppo spesso, con sospetto dallo standard dei nostri mediocri amministratori.

Inizia così la lettera aperta che Massimiliano “Max” Casacci, chitarrista dei Subsonica, scrive a Beppe Grillo, pubblicandola sul sito internet della band.
Una lunga lettera che risponde direttamente all'intervento di Grillo a favore delle ordinanze "antimovida" del neosindaco di Parma, Federico Pizzarotti.
Una difesa, non aprioristica e per questo ancora più interessante, del ruolo benefico che la vita notturna può avere sulle città, e in particolare sui giovani.

I locali, pensaci bene, sono anche presidi naturali, di vita , di vigilanza attiva.
Bologna è la città nella quale gli ex frikkettoni anni'70, affascinati dal quartiere così vivo e radicalmente chick delle osterie di Via del Pratello dell'era Guccini, hanno comprato casa. E sono gli stessi che oggi telefonano le proprie lamentele direttamente in consiglio comunale, protestano per il volume della musica nei locali. Che suona ormai fragoroso come il livello della filodiffusione dal dentista.
Prima di esprimere le tue opinioni sulla qualità o sulla opportunità di una vita notturna nelle città , forse dovresti interpellare i ragazzi che in quelle città vivono.
Ovviamente, capirai come sulla frontiera movida si movida no, il tuo intervento , da queste parti suoni come un pre-stampato, adatto per un proselitismo elettorale, presso le persone sbagliate. E rispetto ai tuoi presupposti , tutto questo appare davvero deludente.

Fonte: Subsonica.it →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento