Crisi, ecco la class-action contro il governo per "istigazione al suicidio"

L'iniziativa, scrive Libero, parte da una pagina evento sui social network e dai 200.000 invitati in pochi giorni piu' di 10.000 partecipano. L'accusa di "Istigazione al suicidio" fa riferimento all'articolo codice penale 580

C'è chi sta pensando di imbastire una class-action contro il governo per "istigazione al suicidio".

Purtroppo le cronache si sono riempite negli ultimi anni di tragiche notizie su suicidi di imprenditori in difficoltà e disoccupati. Difficile attribuire la "colpa" di un gesto così estremo e personale a un intero governo, ma in ogni caso migliaia di persone vogliono, o almeno così affermano sui social network, preparare un "Esposto-Querela" di massa.

L'iniziativa, scrive Libero,  parte da una pagina evento sui social network e dai 200.000 invitati in pochi giorni piu' di 10.000 partecipano. L'accusa di "Istigazione al suicidio" fa riferimento all'articolo codice penale 580.

Chiedere e promuovere azioni legali servirà a dare una scossa al governo? Difficile, ma in tanti ci vogliono provare.

Da oggi lunedi 13 gennaio gli italiani potranno presentarsi alle stazioni dei carabinieri depositando la denuncia. Secondo i legali che puntano il dito contro il Palazzo, il governo è colpevole di non aver fatto il possibile per i cittadini, non aver istituito numeri e istituzioni locali in grado di aiutare le famiglie in crisi.  I legali che si stanno muovendo per la class action sono determinati e hanno già preparato un modulo per la denuncia.

Un'iniziativa che, anche se è difficile pensare che avrà conseguenze vere e proprie, simboleggia le difficoltà a volte insormontabili che la crisi economica sta creando alle famiglie italiane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: Libero →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento