Targa e bollo obbligatori per tutte le biciclette: c'è la proposta di legge shock

La proposta di legge è stata avanzata dal Senatore del Partito democratico Marco Filippi. L'obiettivo vero è ammirevole, in teoria, ovvero contrastare le attività della camorra ormai immischiata anche nelle attività dei risciò per turisti nelle grandi città: l'articolo di Bikeitalia.it

Targa obbligatoria per le biciclette? Se ne parla davvero. La proposta di legge è stata avanzata dal Senatore del Partito democratico Marco Filippi, il quale qualche giorno fa ha presentato un emendamento per modificare il DDL 1638. 

La proposta prevederebbe "la definizione, nella classificazione dei veicoli, senza oneri a carico dello Stato e attraverso un’idonea tariffa per i proprietari delle biciclette e dei veicoli a pedali adibiti al trasporto, pubblico e privato, di merci e di persone, individuando criteri e modalità d’identificazione delle biciclette stesse nel sistema informativo del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale".

Non c'è un esplicito riferimento a "targa e bollo" in questa proposta di legge, ma inutile girarci intorno: è quello il concetto di “idonea tariffa per i proprietari delle biciclette” (bollo) e “modalità di identificazione delle biciclette stesse” (targa). Lo spiega un sito di riferimento degli amanti della bicicletta, Bikeitalia.it. 

L'obiettivo vero è ammirevole, in teoria: contrastare le attività della camorra ormai immischiata anche nelle attività dei risciò per turisti nelle grandi città.

Ma ne pagherebbero le conseguenze anche tutti i privati che scelgono la bicicletta come mezzo di trasporto sostenibile nella vita di tutti i giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia ha preso in contropiede chi pedala ogni giorno e da anni s’impegna per diffondere la cultura ciclistica in una società ancora troppo “autodipendente” come quella italiana: introdurre tasse, complicazioni e paletti in un settore da promuovere non sembra la via migliore per incentivare l’utilizzo della bici come mezzo di trasporto quotidiano
 

Fonte: Bikeitalia.it →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento