Aggredisce la Polizia con una sbarra di ferro urlando "Allah Akbar": era stato da poco scarcerato

Due poliziotti e una guardia giurata sono rimasti feriti nel pomeriggio di Pasqua durante un controllo a Torino. Escluso il movente terroristico

Un senegalese di 26 anni ha aggredito due poliziotti e una guardia giurata colpendoli con una sbarra di ferro mentre urlava "Allah Akbar". È Successo nel pomeriggio di Pasqua a Torino: uno degli agenti è stato ferito alla testa, l'altro alla mano. Nessuno è grave (sono stati trasportati all'ospedale Giovanni Bosco e medicati rispettivamente con otto e tre punti di sutura).

Tutto è successo domenica 21 aprile 2019, quando nel corso di un controllo dopo le segnalazioni arrivate da alcuni residenti per "un uomo che aveva allestito un giaciglio di fortuna", il giovane è stato fermato dalle volanti dei commissariati: il 26enne è andato in escandescenze e ha preso da terra una spranga di ferro colpendo più volte i poliziotti prima di essere bloccato.

Escluso che l'aggressione abbia avuto un movente terroristico, nonostante le parole pronunciate dal migrante che, una volta in Questura, avrebbe pronunciato insulti contro il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e contro il ministro dell'interno Matteo Salvini.

Ora il giovane è stato fermato con l'accusa di tentato omicidio. Era stato da poco fermato per un altro episodio di resistenza, ma era stato scarcerato dal giudice.

Fonte: TorinoToday →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento