La truffa dei finti tecnici del gas: "Stiamo per saltare in aria". Coppia di anziani sotto choc

Sconvolti i due coniugi con la donna che è stata portata in ospedale. Il bottino è stato quantificato in qualche decina di migliaia di euro. I fatti in provincia di Padova

I cartelli affissi dall'amministrazione di Rubano

Hanno fatto credere a due anziani pensionati che la loro casa fosse in procinto di saltare in aria. Poi una volta intascato il bottino, peraltro piuttosto ingente, sono scappati senza lasciare traccia. È successo a Rubano, piccolo comune in provincia di Padova. 

I due truffatori hanno convinto i pensionati - entrambi di 70 anni - a farli entrare spacciandosi per dipendenti di una ditta di fornitura di gas. Una messiscena orchestrata alla perfezione: si sono presentati in quella villetta con tanto di cartellino (ovviamente falso). Poi la truffa ha avuto inizio: uno dei due ha attirato l'anziano in giardino facendo finta di lavorare su tubature e caldaia, mentre il secondo ha portato la donna in casa.

La truffa dei finti tecnici del gas: "Stiamo per saltare in aria"

Lì l'ha convinta a radunare gioielli e contanti e a riporli all'esterno, dentro l'auto parcheggiata. L’uomo avrebbe usato anche una bomboletta spray per far credere alla settantenne che davvero ci fosse una perdita in casa: "Metta tutto in auto che se no qua saltiamo in aria". 
A interrompere la loro pantomima è stata una chiamata partita verso il cellulare della figlia della coppia, che ha promesso alla madre di arrivare nel giro di pochi minuti.

A quel punto i due truffatori hanno intascato il bottino e sono spariti senza lasciare traccia. Un malloppo quantificato in qualche decina di migliaia di euro. I due coniugi non hanno potuto far altro che chiamare i carabinieri. Per lo choc, e anche a causa di problemi di salute pregressi, la donna è stata ricoverata in ospedale a scopo precauzionale. Gli inquirenti stanno cercando di raccogliere ogni possibile indizio. Al vaglio le immagini delle telecamere della zona. 

Il sindaco: "Le vittime sono due persone in gamba, poteva capitare a chiunque"

Il sindaco di Rubano, Sabrina Doni, si è attivata subito per avvertire i cittadini del pericolo disseminando il paesi di cartelli gialli. "Purtroppo i truffatori non hanno smesso di prendersi gioco della gente onesta" scrive su facebook il primo cittadino. "È successo anche stamattina, 8 ottobre, qui a Rubano. Vittime due persone in gamba, non due anziani ingenui o tontoloni. Hanno aperto il cancello a due falsi tecnici del gas, credendo davvero che ci fosse una fuga di gas da riparare...ma non c'era alcuna fuga di gas. Sono stati derubati di contanti e gioielli. Poteva capitare a chiunque". 


 

Fonte: PadovaOggi →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento