Tumore esteso al cuore rimosso senza aprire il torace: in Italia il primo intervento al mondo

L’intervento a Padova di una task-force di specialisti - cardiochirurghi, urologi, chirurgi epatobiliari - è durato 12 ore: asportato tumore renale esteso al cuore aspirandolo senza aprire il torace. L’ospedale: "E' la prima volta al mondo"

L'équipe multidisciplinare coordinata e capitanata dal professor Gino Gerosa durante la delicata operazione

Per la prima volta al mondo una task-force multidisciplinare di specialisti formata da cardiochirurghi, urologi e chirurghi epatobiliari ha rimosso da un paziente (che tornerà presto alla sua vita normale) un tumore renale esteso al cuore aspirandolo senza aprire il torace, con una nuova tecnica. L'intervento è stato effettuato a Padova. Il paziente, affetto da numerose patologie e già sottoposto ad intervento di triplice by-pass aorto-coronarico, ha scoperto durante una visita di controllo di essere affetto da una patologia renale. L’esame ecografico prima e la TC addominale dimostravano la presenza di un tumore renale destro esteso fino al cuore. In questi casi l’intervento che viene normalmente eseguito prevede l’asportazione del rene coinvolto dal tumore attraverso l’apertura dell’addome e la rimozione del trombo/tumore dal cuore attraverso l’apertura del torace e del cuore con l’ausilio del bypass cardiopolmonare totale in collaborazione tra urologi e cardiochirurghi. Nel caso specifico, per la presenza delle numerose patologie ed in particolare per il pregresso intervento con i bypass localizzati nei siti chirurgici strettamente connessi alla riapertura, l’approccio tradizionale era proibitivo.

Padova, medici tolgono il tumore al cuore senza aprire il torace

Coordinati e capitanati dal Professor Gino Gerosa, i chirurghi hanno studiato a tavolino il caso clinico. La storia di questo paziente ha imposto di cercare una soluzione alternativa all’intervento classico, e così è stata messa in piedi la task-force di cardiochirurghi, urologi e chirurghi epatobiliari, coadiuvati da cardioanestesisti e personale sanitario per realizzare il delicato intervento, mai effettuato prima. I medici hanno optato per l’approccio innovativo microinvasivo con sistema AngioVAC ed entrando nel vivo dell’intervento i professionisti si sono susseguiti per specialità, alternandosi al tavolo operatorio come in una staffetta.

Intervento al cuore senza bisturi, a Treviso il primo al mondo 

Operazione tumore aspirato Gerosa 2-2-2

L'innovativo intervento è stato eseguito presso l'Ospedale universitario di Padova da un team multidisciplinare composto da 28 medici tra cardiochirurghi, urologi, anestesisti e altri professionisti, che si sono alternati al tavolo operatorio nell'arco di ben 13 ore. L'intervento, eseguito negli scorsi giorni, è perfettamente riuscito. Al termine dell'operazione coordinata dal professor Gino Gerosa, Direttore della Cardiochirurgia, il paziente settantasettenne è stato ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva, dove in meno di 24 ore si è risvegliato con un regolare decorso post-operatorio senza manifestare complicazioni. A testimoniare il successo dell'operazione il fatto che a breve il paziente verrà dimesso dal nosocomio padovano. 
 

Fonte: PadovaOggi →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento