Prende “viagra” per tori, l'effetto dura 3 giorni: operato d'urgenza

E' successo in Messico. Un uomo è arrivato in ospedale tra atroci dolori e ha confessato ai medici di aver ingerito un farmaco utilizzato come stimolante sessuale per i tori

Foto di repertorio

Voleva sorprendere la sua partner con una prestazione tra le lenzuola fuori dal comune, ma il desiderio di una performance indimenticabile ha rischiato di tramutarsi in tragedia per un uomo di Reynosa, in Messico, che ha ingerito uno stimolante sessuale per tori. Un comportamento azzardato, con l'uomo che ha così avuto una erezione lunga tre giorni, terminata con il ricovero in ospedale ed un'operazione d'urgenza. Infatti, come spiega il The Sun, l'uomo rischiava di riportare danni permanenti agli organi genitali, proprio a causa del “viagra” per tori, non adatto agli esseri umani.

Il farmaco in questione viene utilizzato dagli agricoltori per stimolare i tori per l'inseminazione. E' stato lo stesso protagonista della vicenda a confessare i medici di aver ingerito il medicinale, per cui aveva percorso addirittura 900 km di strada per andare nella città di Veracruz a prenderlo. Ma purtroppo per lui, la notte d'amore con una giovane donna si è trasformato in un'operazione chirurgica dopo atroci sofferenze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: The Sun →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento