Al comizio di Salvini spunta Zorro (e gli rimuovono lo striscione)

Milano, sul manifesto la scritta "Restate umani". Le forze dell'ordine sono salite sul balcone e hanno requisito lo striscione

Uno striscione di circa cinque metri per uno con la scritta 'Restiamo umani' in italiano e in inglese è stato srotolato durante il comizio dei leader sovranisti organizzato da Matteo Salvini in piazza del Duomo a Milano, 18 maggio 2019. Dal balcone da cui è stato srotolato è comparso un uomo vestito da Zorro con una spada di plastica in mano. ANSA/ FLAVIO LO SCALZO

Quando Salvini ha iniziato a parlare durante la manifestazione dei sovranisti in piazza Duomo a Milano, è stato sventolato da una finestra del palazzo di fronte al palco uno striscione con la scritta "Restiamo umani #stayhuman", da una persona vestita da Zorro. Il riferimento è al libro "Io sono Matteo Salvini", pubblicato dalla casa editrice Altoforte. L'autrice, Chiara Giannini, scrive nell'introduzione a proposito del vicepremier: "D'ingiustizie, nella vita, ne ha subìte anche lui, sin da piccolo, quando racconta ironicamente che all'asilo gli rubarono il suo pupazzetto di Zorro".

Zorro al comizio di Salvini a Milano

Un presunto aneddoto su cui, nei giorni scorsi, si è scatenata l'ironia di chi contrasta il vicepremier, soprattutto sui social. L'esibizione è durata poco. Poi, secondo l'agenzia Dire, le forze dell'ordine sono salite sul balcone e hanno requisito lo striscione. A Milano sono comparsi anche diversi striscioni che facevano riferimento alla Z, la sigla che Zorro 'incideva' con la sua spada.

In seguito, sul "caso" è intervenuto lo stesso Salvini: "Io adoro Zorro, non mi piacciono le minacce di morte ma viva Zorro, mi piace Zorro ovunque e avevo dato indicazioni di lasciare tutti al loro posto, ovviamente tranne quelli offensivi. Le cose finché sono scherzose mi piacciono", ha detto il leader del Carroccio a Milano.


Fonte: Dire →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento