Una dieta che mima il digiuno: ecco gli effetti sulla salute

Diventata "famosa" in rete, cerchiamo di far luce sugli aspetti scientifici

Viene chiamata "dieta del digiuno" e in effetti si tratta di un tipo di alimentazione che sembra possa aumentare l'aspettativa di vita. Di cosa si tratta?

Come spiegato sulla FondazioneVeronesi, non è una dieta per perdere peso. Per quanto possa avere effetti su persone particolarmente grasse, ha come obiettivo quello di ridurre i fattori di rischio di malattie cardiovascolari e oncologiche. Come? Questa dieta è di fatto un regime alimentare che prevede una riduzione di calorie immesse di circa il 30-50%.

Come mai questa dieta? Da tempo si studiano gli effetti della riduzione di cibo sul nostro organismo e gli effetti si sono già visti ad esempio sul cervello e addirittura sui risultati della chemioterapia. Un recente studio realizzato da alcuni scienziati, condotto dal ricercatore Valter Longo, ha inoltre mostrato gli effetti anticancro sui topi della dieta del digiuno, con un aumento dell'aspettativa di vita dell'11%, oltre alla riduzione del rischio di cancro, malattie infiammatorie e altri disturbi. Al Policlinico di Berlino si stanno da tempo studiando gli effetti di questo tipo di dieta per curare alcuni disturbi come remautismi e artrosi: i dati sono decisamente promettenti, anche se generalmente tali "cure" sono da associare all'uso dei normali farmaci.

Ma in cosa consiste veramente questa dieta? A dire il vero non è una vera dieta, perché consiste nella riduzione, per un periodo di soli cinque giorni, dell'apporto calorico, con dei valori precisi da rispettare: 11-14% di proteine, 42-43% di carboidrati e 46% di grassi. Non è quindi né una dieta continuativa, né un completo digiuno e può essere ripetuto ogni 3-6 mesi. Il trucco è mimare gli effetti del digiuno provocando un "invecchiamento più lento".

Attenzione però: non è una dieta da seguire alla leggera ed è sconsigliato il "fai da te". Essendo un approccio ancora nuovo e poco testato ed essendo potenzialmente molto potente, è assolutamente importante farsi seguire da un medico, anche perché la dieta non è adatta a tutti: è anzi sconsigliata a bambini, anziani o diabetici. Non va inoltre confusa con il classico digiuno, ovvero il semplice salto dei pasti: questo non solo non è utile, ma può essere ancora pericoloso e dannoso per la salute.

In conclusione, la dieta del digiuno, ovvero quel regime di restrizione calorica operata per un periodo limitato e con stretto controllo medico, può davvero aiutare a prevenire alcune malattie e in futuro essere utilizzata come terapia e valore aggiunto per trattamenti farmacologici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Michelle Hunziker, famiglia XXL in quarantena: "Per me Goffredo e Sara due figli acquisiti"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, le tre condizioni (secondo il virologo) per tornare alla "pseudo normalità"

  • Coronavirus, medico muore a 61 anni. L'ultimo post su fb: "Non uscite, è l'unica arma che avete"

Torna su
Today è in caricamento