I fiori di bach: medicina del futuro o pratica antiscientifica?

Apprezzata da molti come cura per "tutte le stagioni", non è riconosciuta a livello scientifico. Ecco come stanno le cose

Una delle cure più di moda negli ultimi anni sono i "fiori di Bach". Ma cosa sono? Funzionano veramente? Purtroppo no: si tratta di un rimedio pseudomedico, non validato dalla scienza, che ha alcuni punti in comune con l'omeopatia (dettagli su Wired.it). La nascita di questa pratica deriva dall’omeopata inglese Edward Bach e si basa su una soluzione alcolica preparata a partire da fiori, senza l'utilizzo né della "legge dei simili", né delle diluizioni "dinamizzate", tipiche dell'omeopatia.

Secondo pratica, i fiori recisi e messi in acqua alla luce del Sole, trasferiscono vibrazioni benefiche all'acqua, che viene filtrata e diluita con alcool. Il rimedio finale poi sarà ulteriormente diluito, al punto che non sarà la presenza dei fiori a dare una proprietà, ma la "memoria dell'acqua", principio omeopatico secondo cui l'acqua, seppur priva di un principio attivo, "ricorda" le proprietà del composto che era disciolto in essa.

A differenza dell’omeopatia, però, i fiori di Bach dovrebbero agire sullo stato emotivo della persona per guarire la persona. La malattia sarebbe nell'anima e per questo chi pratica questa tecnica suddivide i rimedi in sette gruppi: paura, incertezza, disinteresse per il presente, solitudine, ipersensibilità alle influenze e alle idee, scoraggiamento, preoccupazione per gli altri.

In totale Bach scelse 38 vegetali per ottenere i preparati. una scelta senza alcun esperimento, ma per semplice intuizione.

Sembrerebbe una pseudoscienza senza alcun valore, eppure sono in milioni che la usano e risentono di effetti positivi. Per verificare che si tratti di un effetto reale dovuto al preparato e non della semplice convizione che funzioni (placebo), sono state svolte delle prove dall'esito fallimentare.

Secondo tutte le revisioni sistematiche (vedi Edzard Ernst, 2010), non c'è alcuna efficacia provata dei fiori di Bach e proporre questo tipo di rimedi si può rivelare anche pericoloso, se questo significa abbandonare terapie consolidate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Jacqueline, figlia di Heather Parisi: "Perché non chiedete dove sono le altre due figlie?"

  • Bonus tv e decoder, ora è ufficiale: chi deve cambiare il televisore

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

Torna su
Today è in caricamento