Morti sei neonati: interrotto studio sul parto oltre le 40 settimane

Non esiste un consensus internazionale su come gestire le gravidanze sane che durano più di 40 settimane, sebbene sia generalmente accettato che vi sia un aumento del rischio per la madre e il bambino. La decisione dei ricercatori dopo i sei decessi

Stop alla studio per consentire la continuazione della gravidanza dopo la 40esima settimana. Succede all'ospedale universitario Sahlgrenska di Göteborg in Svezia dove una importante ricerca è stata interrotta dopo che cinque bebè sono nati morti. Inoltre si è registrata una morte prematura fra i figli delle donne cui era stato consentito di continuare la gravidanza fino alla 43.ma settimana

"La nostra convinzione è che non sarebbe stato eticamente corretto procedere con lo studio" si legge nelle conclusioni dei ricercatori.

Non esiste un consensus internazionale su come gestire le gravidanze sane che durano più di 40 settimane, sebbene sia generalmente accettato che vi sia un aumento del rischio di effetti avversi per la madre e il bambino oltre le 41 settimane.

Lo studio, guidato dall'ospedale universitario Sahlgrenska di Göteborg, puntava ad esaminare 10.000 donne in 14 ospedali. Il lavoro, riferisce 'The Guardian' è stato interrotto bruscamente nell'ottobre 2018, e all'epoca aveva coinvolto solo un quarto delle gestanti programmate. Ma i sei decessi sono stati ritenuti un rischio eccessivo per le donne arrivate alla 43.ma settimana di gestazione. Nessun bambino è morto nel gruppo le cui gravidanze si erano concluse una settimana prima.

I dettagli dello studio sono stati resi noti solo di recente, sul sito dell'Università di Göteborg. E le immediate conseguenze della ricerca interrotta "potrebbero consistere in un cambio delle linee guida, con la raccomandazione di indurre il parto non oltre la 41.ma settimana di gestazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Jacqueline, figlia di Heather Parisi: "Perché non chiedete dove sono le altre due figlie?"

  • Bonus tv e decoder, ora è ufficiale: chi deve cambiare il televisore

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 19 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento