Juan Fernandez, l'uomo che ha progettato il primo "cuore artificiale"

Il LVAD, un prototipo di pompa artificiale che permette di rimandare i trapianti di cuore

Quello che vedete in foto è Juan Fernandez (foto di Karen Warren): operaio all’Ospedale Metodista di Houston (Texas), è il realizzatore del primo prototipo di un LVAD (Left Ventricular Assist Device). Si tratta, come descritto da "Chi ha paura del buio?", di un piccolo cuore artificiale che aiuta i pazienti con problemi cardiaci a rimandare o addirittura evitare il trapianto di cuore.

La particolarità? Il progetto di questo strumento deriva dalla ricerca spaziale: è sostanzialmente una pompa del carburante dello Shuttle in miniatura.

Esiste una versione moderna del dispositivo, chiamata HeartAssist 5, che pesa meno di 110 grammi ed è lunga un decimo delle altre pompe cardiache artificiali: funziona con nemmeno 10 watt e pompa 5 litri di sangue al minuto ad una pressione di 100 mm di mercurio. Al 2010 erano stati eseguiti 451 impianti di cui 19 pediatrici. Una scoperta davvero eccezionale, che ci fa capire l'importanza della ricerca spaziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

  • La giornalista Rosanna Sapori trovata morta nel lago d'Iseo

Torna su
Today è in caricamento