Perché Marte è più piccolo della Terra? Ecco la teoria

Da nuovi studi si è proposta una spiegazione sulle dimensioni "ridotte" del pianeta rosso

Perché marte è più piccolo della Terra? La domanda potrebbe sembrare banale, eppure dai modelli attuali Marte dovrebbe essere circa della stessa grandezza.

Come mai non è così? Secondo uno studio di un team di ricercatori del Southwest Research Institute (Colorado) la risposta andrebbe ricercata a circa 4,5 miliardi di anni fa, il momento in cui si è formato il Sistema Solare.

Come spiegato nel dettagli su ScuolaZanichelli, Il modello finora considerato per la formazione dei pianeti è basato sull’accrescimento progressivo: aggregati di Ghiacci e polveri (plantesimali), per via delle forze di aggregazione, formarono masse sempre più grandi. Se per Terra e Venere tutto sembra quadrare, diverso è il discorso di Marte che a livello di massa è addirittura un decimo! Non solo: anche la fascia di asteroidi che orbita tra Marte e Giove dovrebbe avere maggior massa.

Perché allora questa diversità? Secondo Hal Levison, tra gli autori dello studio, tutto dipenderebbe dal processo di formazione dei pianeti del nostro sistema solare, che sarebbe leggermente diverso da quello finora proposto. Mentre la struttura del sistema solare interno tra il sole e la fascia di asteroide si sarebbe formata secondo un modello di accrescimento non classico (chiamato Viscously Stirred Pebble Accretion, VSPA), basato su...ciottoli! Quando le piccole formazioni di roccia collassano formano corpi celesti delle dimensioni di asteroidi che possono continuare ad attirare ciottoli fino a formare pianeti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A differenza del sistema "classico", però, si ipotizza che la posizione di Marte, così come quella della fascia di asteroidi, presenti forze "di resistenza aerodinamica" troppo deboli per attirare un numero sufficiente di rocce. Per questo motivo Marte avrebbe dimensioni decisamente più piccole, mentre Venere e Terra si troverebbero nelle posizioni ideali per una crescita "efficace" del pianeta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Test sierologici, solo 1 su 4 finora ha detto sì: "Se ricevete una chiamata da questo numero rispondete"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento