Maturità 2019, è iniziato il conto alla rovescia: tra novità e "totoesame"

Quella che inizia il 19 giugno sarà la prima Maturità dei nati nel 2000, e porta con sé varie novità: quella che più preoccupa gli studenti riguarda la seconda prova. Ma tutti gli occhi sono sul tema: l'autore più temuto per l'analisi del testo è D'Annunzio

Mancano pochi giorni all'inizio dell'esame di Stato. Sarà la prima Maturità dei nati nel 2000, e porta con sé varie novità. Tra i cambiamenti introdotti, va segnalato che le noità riguardano in prima battuta i requisiti per l'ammissione all'esame: Invalsi e alternanza scuola lavoro non sono obbligatori, per quest'anno. La novità che più preoccupa riguarda la seconda prova che nei licei prevede la fusione delle due materie di indirizzo: greco e latino per il classico, matematica e fisica per lo scientifico. Si svolgerà il 20 giugno e sarà l’ultima delle prove scritte: è stata infatti rimossa la terza prova che prevedeva quesiti riguardanti diverse materie.

Ma come ogni anno l'esame di Stato inizia con il tema (19 giugno 2019), prima prova che ha subito diversi cambiamenti: le tipologie sono diminuite, da quattro a tre, e non avranno una sola traccia ciascuna. Le tipologie A e C, rispettivamente analisi del testo e riflessione critica, avranno due tracce mentre per la tipologia B, il testo argomentativo, si potrà scegliere fra tre tracce. Anche l’orale è stato modificato dalla riforma: la tesina è stata sostituita dalle buste, tre a testa, all'interno delle quali la commissione potrà inserire documenti su argomenti trattati durante il corso dell’anno scolastico. 

Maturità 2019, totoesame prima prova: D'Annunzio il più temuto

Come ogni anno, gli studenti cercano (vanamente) sul web indicazioni sulle tracce della prima prova, ma soprattutto si confrontano tra di loro. Secondo ScuolaZoo l'autore più temuto per l'analisi del testo, per il 65% dei maturandi, sembra essere Gabriele D'Annunzio: anche se è cambiato il Millennio di nascita dei Maturandi le bestie nere sembrano rimanere invariate attraverso le generazioni!! D'Annunzio a parte, la nuova struttura della Prova non facilita le previsioni delle tracce.

Quest'anno le analisi del testo saranno due e per i Maturandi questi vuol dire che le possibilità di indovinare si raddoppiano: (…ma anche che si raddoppiano le possibilità che esca D'Annunzio, nota Scuola Zoo) Alcuni mesi fa il linguista del Miur Serianni ha confermato che gli autori della Maturità 2019 saranno scelti fra tutti coloro che sono vissuti fra l'Unità d'Italia e oggi. Non sono pochi, certo, ma almeno circoscrive lo spazio di analisi. I più quotati a oggi sono: I classici che non escono da molto tempo: Ugo Foscolo, Alessandro Manzoni, Giosuè Carducci, Giovanni Pascoli.

Bussetti: "La Maturità è uno spartiacque"

La Maturità è uno spartiacque tra due capitoli della vita. Ne è convinto il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Marco Bussetti, che, a pochi giorni dalla prova cui saranno chiamati circa mezzo milione di studenti, invita i maturandi a prepararsi con "serenità e responsabilità'' all'appuntamento. "Non si diventa adulti all'improvviso, ma la Maturità effettivamente è uno spartiacque tra due capitoli della vita. - afferma Bussetti all'Adnkronos - L'Esame di Stato non è solo una 'verifica' delle conoscenze e delle competenze acquisite durante il corso di studi: è una prova e, credo, la prima vera prova a quell'età, con se stessi, con la propria capacità di riuscire a superare un ostacolo. I ragazzi passano da un contesto 'protetto', come quello della scuola, ad affrontare responsabilità in prima persona. Ci si trova a dover scegliere cosa fare del proprio futuro. Tutto questo indirizza verso un'età adulta. Poi ognuno cresce secondo i suoi tempi. Ma intanto ci si misura con la vita".

Per quel che riguarda i ricordi del suo esame, Bussetti ammette che "sono i ricordi di tutti i ragazzi che si trovano alle prese con questa prova. I ricordi di una esperienza importante, ma solo una tappa della vita. A chi adesso deve affrontare questo Esame suggerisco di studiare, di prepararsi bene. Con serenità e con responsabilità. Questo impegno, ne sono convinto, credo sia la più grande dimostrazione dell'essere maturi".

"Al di là dei cambiamenti che ci sono stati nello svolgimento della Maturità, credo che questo Esame sia rimasto sempre una prova importante e impegnativa. Non penso a ulteriori modifiche per il prossimo anno scolastico - prosegue il ministro - Gli studenti quest'anno devono affrontare delle novità che sono di due anni fa, di una legge del 2017. Una legge che ho dovuto applicare, come ho già detto e tengo sempre a ribadire. Ma ho cercato di modellare questo Esame e di togliere quelle parti che secondo me sminuivano il percorso scolastico fatto dai ragazzi. - conclude Bussetti - Il mio obiettivo è quello di rimettere al centro gli studenti, le loro potenzialità e la loro voglia di fare".

Maturità 2019 calendario prove

  • Data prima prova 2019: 19 giugno
  • Data seconda prova 2019: 20 giugno
  • Data terza prova 2019: (solo per licei opzione internazionale ed ESABAC): 25 giugno
  • Data orali: fine-giugno-inizio-luglio, da stabilire

Maturità 2019, pubblicati sul sito del Miur i nomi dei commissari esterni 

Potrebbe interessarti

  • Fa davvero male dimenticarsi di cambiare le lenzuola?

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

  • Quando lo zenzero fa male

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

I più letti della settimana

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di sabato 15 giugno 2019

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 17 al 23 giugno 2019

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 18 giugno 2019

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 13 giugno 2019

  • Bollo auto, con la pace fiscale c’è il condono (e vale per 10 anni)

Torna su
Today è in caricamento