Quando la casa diventa sostenibile

Oggi si parla di una casa attenta non solo alle esigenze dell’uomo ma anche al rispetto ambientale: in altre parole una casa sostenibile. Ma quali sono le caratteristiche di una casa amica dell’ambiente?

La casa rappresenta l’ambiente familiare, il primo nucleo di una società. I cambiamenti sociali avvenuti negli ultimi anni, ma anche le innovazioni tecnologiche, hanno cambiato gli elementi che caratterizzano l’ambiente casa.
 

Oggi si parla di una casa attenta non solo alle esigenze dell’uomo ma anche al rispetto ambientale: in altre parole una casa sostenibile. L’uomo, infatti, dopo anni di sfruttamento delle risorse naturali, ha finalmente compreso l’importanza di “restaurare” un rapporto con l’ambiente. Proprio per questa attenzione alla tematica ambientale, Earth Day Italia ha lanciato il portale “Casa Sostenibile”, un decalogo di consigli per rendere più sostenibile la propria abitazione. E lo fa con Schüco Pws Italia, azienda che si occupa di infissi in PVC e che intende perseguire l’obiettivo di un’architettura sostenibile che coniughi tecnologia, design e rispetto per l’ambiente. Proprio il PVC, infatti, è uno dei materiali più utilizzati nel settore edile per le sue performance tecniche soprattutto termiche.
 

Ma cosa significa casa sostenibile? È una casa intelligente, attenta all’ambiente e altamente performante in termini di consumi energetici. Che le nostre case presentino un alto tasso di consumo energetico è un dato oramai consolidato: secondo dati Enea, l’energia consumata nell’edilizia residenziale per riscaldare gli ambienti e per l’acqua calda sanitaria rappresenta circa il 30% dei consumi energetici nazionali e il 25% delle emissioni totali nazionali di anidride carbonica, una delle cause principali dell’effetto serra e del conseguente innalzamento della temperatura del globo terrestre.
 

Una casa sostenibile è, quindi, prima di tutto una casa ben isolata: gran parte dei consumi, infatti, derivano dalla dispersione del calore. L’elemento che in questo senso provoca più dispersione e che occorre per primo isolare è il tetto. Altro elemento importante è la finestra: le infiltrazioni provenienti dalle finestre provocano dispersioni di calore che possiamo tranquillamente evitare, ad esempio, controllando lo stato delle guarnizioni o dei serramenti e sostituirli se necessario. Una finestra con doppio vetro, inoltre, risulta ancora più isolante rispetto ad una con un singolo vetro.
 

Una casa sostenibile è una casa che sa sfruttare le energie rinnovabili, prima fra tutte l’energia solare attraverso l’installazione degli impianti solari termici. La spesa non è certamente indifferente, ma, una volta ammortizzata, si può produrre il 70% di acqua calda gratuitamente. Un bel risparmio per i portafogli ma soprattutto un grande aiuto per l’ambiente visto che si evitano in questo modo le emissioni di Co2 nell’atmosfera.
 

Ma anche singoli gesti quotidiani possono fare molto per diminuire i consumi energetici. Parliamo di piccoli accorgimenti come ad esempio l’utilizzo di lampadine a basso consumo energetico: anche se costano, in media, 10 volte di più delle alogene o ad incandescenza, durano però da 8 a 10 volte di più e consumano molto, molto meno. In questo modo, inoltre, si ottiene un taglio della CO2 di ben 38 milioni di tonnellate non più immesse nell'atmosfera; utilizzare in maniera intelligente gli elettrodomestici: evitando, ad esempio, il ciclo di prelavaggio nella lavatrice, si risparmia il 15% di energia. Oppure utilizzando una presa multipla per collegare tutti gli apparecchi elettrici: in questo modo si possono ridurre i consumi dal 5 al 10%.
 

Piccoli gesti che possono valere tanto.
 

Scopri i consigli per una casa a misura di Pianeta sul sito www.casasostenibile.earthdayitalia.org

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento