Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Distanze, mascherine e visiere: dal parrucchiere ai tempi del covid

Siamo andati in un salone di bellezza, a Roma, a pochi giorni dalla ripartenza. Un cliente alla volta e rigide misure di sicurezza, ma ci si abitua a tutto pur di tornare a lavorare

 

"Meglio ricominciare piano piano". Carlo Tessier, noto hair stylist romano, ha riaperto da pochi giorni i suoi due saloni di bellezza a Roma, uno nel quartiere Tuscolano e l'altro a Piazza di Spagna, meta di star e volti noti. I due mesi di lockdown sono pesati anche a lui e ripartire era fondamentale: "Difficile riprendere tutto il personale di prima - ci spiega - Le spese sono le stesse: gli affitti, le tasse, la corrente. Per due mesi non abbiamo incassato, ora incassiamo la metà, ma piano piano torneremo a regime".

C'è ottimismo e tanta voglia di normalità, anche se è cambiato tutto, per lui e per i clienti: "Dobbiamo distribuire tanti appuntamenti, possono entrare pochi per volta e non sempre riesci ad accontentare tutti. Lavoriamo con le mascherine, con la visiera per tagliare la parte davanti dei capelli e poi tutto deve essere imbustato e sigillato, dalle forbici alle spazzole". 

Norme di sicurezza anche per chi va a farsi i capelli. Prima di entrare bisogna igienizzare le mani e firmare un modulo triage, poi riporre gli oggetti personali - borse, giacche - in una busta e indossare ovviamente la mascherina. Difficile, ma ci si abitua, e come ricorda Carlo: "Questa restrizione è anche positiva perché nessuno vuole contagiarsi. Cerchiamo di rispettare le regole".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento