Calciomercato Napoli, Cavani: Real Madrid, Chelsea, Psg e City ci provano

"Posso promettere solo che fino a quando sarò a Napoli darò il 100% per questa squadra". È schietto Edinson Cavani che, all'indomani del pareggio di Milano con il quale il Napoli si avvicina alla qualificazione diretta alla Champions

"Posso promettere solo che fino a quando sarò a Napoli darò il 100% per questa squadra". È schietto Edinson Cavani che, all'indomani del pareggio di Milano con il quale il Napoli si avvicina alla qualificazione diretta alla Champions League, sceglie di non sbilanciarsi su un futuro su cui egli stesso non ha certezze. Una franchezza che spaventa non poco i tifosi azzurri i quali sanno bene come ci siano grandi club europei come Real Madrid, Bayern Monaco, Chelsea, Psg o Manchester City, che potrebbero scucire i 70 e passa milioni previsti dalla clausola rescissoria e accaparrasi il fuoriclasse uruguayano. 

La stella azzurra torna da Milano con uno stop da aggiungere alla sua cineteca di prodezze, macchiato solo dalla parata di Abbiati su un pregevole pallonetto, e parla ai tifosi a bordo della Msc Preziosa, dove presenta i caschi prodotti da Dooa con un messaggio ai suoi giovani tifosi napoletani: "Indossate il casco - dice Cavani - perchè la sicurezza e la salute sono cose preziose". 

La nave da crociera è ancorata nel porto di Napoli, mentre quella azzurra marcia a velocità di un aliscafo verso il secondo posto in campionato. E proprio da questo riparte Cavani: "La posizione - avverte il Matador - non è ancora blindata. Tocca a noi metterla in cassaforte nelle prossime partite per tenere a distanza il Milan ma senza dimenticarci di guardare anche a chi ci precede". Già, perchè chi lo ha detto che la Juventus sia irraggiungibile? A sei giornate dalla fine, in teoria, tutto può ancora succedere, come dice lo stesso Cavani parlando del pericolo Milan ancora presente: "Sappiamo bene - ha detto - che nel campionato italiano può succedere qualsiasi cosa, si possono anche perdere delle partite". 

Di certo il secondo posto sarebbe stato in cassaforte se il Napoli fosse riuscito a concretizzare di più a Milano, approfittando anche dell'espulsione di Flamini. Ma quella degli azzurri è stata comunque una prova di grande personalità. "È stata una partita combattuta, difficile - spiega oggi Cavani - potevamo vincere e avremmo aumentato il vantaggio sui rossoneri. È chiaro che un pò di rammarico c'e". Ma c'era anche il Milan: "E - spiega il capocannoniere della serie A con Cavani - i rossoneri sapevano bene che la posta in palio era alta ieri. Noi abbiamo messo in campo tutto quello che avevamo per cercare di vincere, ma il Milan ha dimostrato di essere forte anche in dieci uomini. Ora guardiamo avanti senza rimpianti, conosciamo nostro obiettivo e lo perseguiamo". 

L'obiettivo è quello di tornare in Champions League, direttamente dall'urna settembrina di Montecarlo e senza passare dai preliminari. A quel punto Cavani avrebbe la certezza, e anche la tentazione, di giocarsi ancora una volta la Champions al San Paolo: "L'anno scorso - ricorda Cavani - è stato bellissimo giocare questa competizione con il Napoli e in una città che mi ha dato tanto. Oggi come oggi siamo più maturi per giocare competizioni come la Champions League e il Napoli sarebbe ancora di più altezza di questo torneo". 

Già, ma Cavani ci sarebbe? "Mi piacerebbe giocarla con il Napoli - ha detto il 'Matador' - ma tutti sappiamo come è fatto il calcio, ci sono altri fattori da considerare. Io a Napoli, finchè ci sarò, darò il massimo, questo lo posso promettere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento