In Germania riparte il calcio, in Italia no: "Decisione tra 2 settimane"

Fischio d'inizio per la Bundeliga a metà maggio, confermata la finale di Champions a Istanbul a fine agosto. Il ministro dello sport Spadafora spegne le polemiche: "In Italia impossibile ad oggi dare una data certa"

I giocatori del Bayern Monaco già in campo per i primi allenamenti in piccoli gruppi FOTO EPA/LUKAS BARTH-TUTTAS

Non è possibile dare oggi una "data certa" per la ripresa dei campionati di calcio. Lo ha ribadito il ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, durante il 'question time' alla Camera bollando come "incomprensibile" il dibattito sul tema.  Il ministro ha spiegato che è necessario "aspettare le prossime due settimane per veder come andrà la curva dei contagi".

"Auspichiamo che i campionati possano riprendere, ma oggi non è possibile definire una data certa, dobbiamo almeno verificare come reagirà la curva dei contagi nelle prossime due settimane, dal momento che solo due giorni fa il paese ha avviato una graduale fase di riapertura. E dovremo anche ricevere le valutazioni del Comitato tecnico-scientifico".

Spadafora ha spiegato che servono "approfondimenti" sul protocollo "proposto dalla Fgci", sottolineando comunque che "il calcio non consente il mantenimento delle distanze di sicurezza nè l'utilizzo di dispositivi di protezione". Del resto, ha concluso, "anche l'Inghilterra, che sembrava la più pronta, ha rinviato di un'altra settimana la decisione". 

Il fatto è che il premier Boris Johnson annuncerà solo domenica prossima le nuove misure di sicurezza per la cosiddetta fase 2.  Da Londra trapela come la Premier League potrebbe ripartire l'8 giugno forse accorciando la durata delle partite per venire incontro alle inevitabili difficoltà fisiche degli atleti. In Spagna i giocatori si possono già allenare individualmente mentre le sedute di gruppo potranno riprendere dall'11 maggio.

Con Francia e Olanda che hanno già messo la parola fine ai campionati, in Europa è la Germania a fare un passo in più. Secondo il testo di un accordo raggiunto tra la cancelliera Angela Merkel e i lander la ripresa delle partite di Bundesliga e di seconda divisione è stata giudicata "accettabile" allo scopo di "limitare i danni economici". 

"La ripresa delle competizioni deve essere preceduta da una quarantena di due settimane, se necessario sotto forma di ritiro per la preparazione".

La data esatta della ripartenza sarà decisa dalla federcalcio tedesca ed è prevista tra il 15 e il 22 maggio. Daltro canto le squadre di calcio tedesche programmavano sedute di allenamento a piccoli gruppi già a metà aprile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In palio ci sono i posti in Europa e i milioni dei diritti televisivi. Quanto alle competizioni paneuropee è stata confermata la finale di Champions League a Istanbul e si giocherà il 29 agosto. Lo ha dichiarato il presidente della Federcalcio turca (Tff), Nihat Ozdemir, dopo aver annunciato la ripresa dei campionati di calcio in Turchia dal 12 giugno. Ad una task force il compito di riorganizzare la fase finale del torneo da disputare con partite secche o in modalità final four.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

Torna su
Today è in caricamento