Italia che sVentura, fuori dai Mondiali: a San Siro la notte degli addii

Italia Svezia finisce zero a zero: gli azzurri sono eliminati dai mondiali di Russia 2018. Era successo sono una volta prima di oggi. Finisce un ciclo, Buffon lascia la Nazionale: "Con me credo si ritirino Barzagli-Chiellini-De Rossi"

FOTO ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Clamoroso a San Siro: Italia Svezia finisce zero a zero. L'Italia non parteciperà alle fasi finali del campionato del mondo di calcio per la prima volta dal 1958. In Russia andrà la Svezia che è riuscita a portare a casa il risultato minimo senza mai rendersi veramente pericolosa dalle parti di Buffon. La Svezia che non si qualificava al mondiale da 8 anni in pieno stile "catenaccio" affronta il secondo tempo chiudendosi in difesa e affidandosi a sparute azioni in contropiede. Ventura ha trasmesso la paura agli undici azzurri e in campo si è vista. Non si è visto un gioco, lasciato invece nei piedi dei singoli: e nessuno ha brillato.

Una notte storica in negativo che segna nettamente la fine di un ciclo. Quello dei senatori del 2006, ma anche quello, più breve, del Commissario Tecnico Gianpiero Ventura, che però non ha ancora ufficialmente rassegnato le sue dimissioni. L'ex allenatore del Torino avrebbe comunque terminato la sua avventura il prossimo giugno, visto che, in caso di mancata qualificazione, non sarebbe scattato il rinnovo automatico del contratto.

"Non mi sono dimesso perché non ho neanche parlato con il presidente". Così Gianpiero Ventura: "Chiedo scusa per il ritardo, ho salutato uno a uno i giocatori"

Tuttavia come anticipato da Sky Ventura aveva minacciato di dimettersi di ritorno dalla Svezia dopo un post partita teso. Alcuni giocatori gli avevano suggerito di giocare in modo diverso, sia come sistema di gioco sia come interpreti e lui avrebbe replicato: "La squadra allora fatela voi".

Poi i vertici federali e i giocatori più importanti hanno ricucito il rapporto, evitando la brutta figura. Ventura ha accettato di restare, ma ha voluto fare la "sua" formazione. Quella di stasera che era figlia delle sue scelte.

La mancata qualificazione alla Coppa del Mondo di Russia, che potrebbe scuotere anche i vertici federali, che per ora, però, non si dimettono: ore di riflessione soprattutto per il presidente della FIGC, Carlo Tavecchio, e per il direttore generale, Michele Uva.

Buffon, l'ultima partita poi le lacrime: "Abbiamo fallito ma ci rialzeremo"

"Come me, credo che lasceranno la Nazionale azzurra anche Barzagli, Chiellini e De Rossi". Lo dice Gianluigi Buffon, parlando del proprio ritiro dall'azzurro dopo la disfatta Mondiale. "Non voglio rubare loro la scena, credo sia l'ultima anche per loro tre", ha detto a Sky il portiere, dopo avere pianto sul campo e confermato che questa è la sua ultima partita con l'Italia.

Un'apocalisse sportiva ma anche finanziaria

Senza i Mondiali di calcio Figc e Fisco italiano dovranno fare a meno di svariati milioni di euro, divisi tra sponsorizzazioni, merchandising, diritti tv, gettito fiscale sulle scommesse e premi Fifa. Il primo buco per le casse azzurre lo incassa la Federazione italiana giuoco calcio, costretta a fare i conti con circa dieci milioni di euro di mancati introiti solo per le sponsorizzazioni. A queste perdite - secondo le stime di SportMediaset - si aggiungerebbero certamente i premi Fifa, che vanno dai 9.5 milioni di dollari per le squadre che superano la fase a girone ai 38 milioni di dollari riservati alla squadra che alzerà la coppa.

Un Mondiale senza l'Italia vale molto meno anche per le televisioni, con un'importante ripercussione sui ricavi pubblicitari e sulle entrate della Figc per i diritti tv (variabili a seconda delle partite giocate nel torneo). Manca un tassello, quello che riguarda le scommesse e il relativo gettito per l'Erario.

Sessant'anni fa azzurri assenti nel mondiale in Svezia

"Non andare al Mondiale sarebbe una catastrofe". Erano state queste le parole utilizzate da Giampiero Ventura alla vigilia della sfida playoff contro la Svezia per il Mondiale in Russia nel 2018. E catastrofe fu. Per la terza volta dopo quella del 1958 (Mondiale proprio in Svezia) e del 1930 quando il mondiale si giocò in un Uruguay allora troppo lontano per intraprendere il viaggio. L'Italia ha partecipato alla rassegna continentale 18 volte su venti.

Nel 1958, la Nazionale allenata da Alfredo Foni, chiuse la qualificazione alle spalle dell'Irlanda del Nord e davanti al Portogallo, ma questo non bastò a strappare il pass per la massima competizione. Nella gara d'esordio, gli azzurri vinsero a Roma 1-0 contro l'Irlanda del Nord ma poi persero 3-0 a Lisbona contro il Portogallo. Nella seconda sfida contro i portoghesi a Milano, gli azzurri, restituirono lo stesso punteggio ma nella gara decisiva contro l'Irlanda a Belfast, gli azzurri persero 2-1. L'Italia di Giampiero Ventura invece ha chiuso il girone di qualificazione al secondo posto alle spalle della Spagna prima con 28 punti, azzurri secondi con 23. Dopo la debacle le dimissioni di Giampiero Ventura sembrano scontate (ha un contratto fino al 2020 ma con una clausola rescissoria in caso di mancata qualificazione), ma a traballare potrebbe essere anche la poltrona del presidente Figc Carlo Tavecchio.

Italia fuori dai mondiali, Ancelotti per il dopo Ventura

Il primo tempo si era chiuso sullo zero a zero con l'Italia costantemente nella metà campo della Svezia, ma la circolazione di palla è troppo spesso lenta. L'Italia ha rischiato di subire un rigore in avvio (braccio largo di Darmian) ma il forcing azzurro ha dato frutti solamente negli ultimi minuti del primo tempo con gli avanti della nazionale italiana che però si fermano contro il muro svedese. L'occasione più ghiotta del primo tempo sui piedi di Immobile al 40esimo.

All'Italia, che deve ribaltare la sconfitta subita all'andata, serviva almeno un goal per andare ai supplementari. Per qualificarsi ai Mondiali di Russia 2018 doveva vincere con due reti di scarto. 

Le pagelle

Che brutti i fischi del pubblico di San Siro nel momento dell'inno svedese. Così brutti da cancellare la spettacolare scenografia che ha accolto gli azzurri. Poi il Meazza diventa una bolgia infernale per gli scandinavi. Ma come aveva ricorda Pirlo, il pubblico non fa goal.

Bonucci eroico, naso rotto e dolorante al ginocchio tiene il suo posto in campo al centro della difesa.

Ventura senza carattere come la squadra messa in campo. Ha trasmesso la paura agli undici azzurri e in campo si è vista. Non si è visto un gioco, lasciato invece nei piedi dei singoli: e nessuno ha brillato.

Bocciato senza appello l'arbitro Lahoz che prima nega il rigore agli azzurri per l'intervento di Augustinsson su Parolo, poi sorvola anche sul tocco col braccio di Darmian. Nella ripresa fischia fallo in attacco a Darmian che era stato abbattuto da Lustig. 

Buffon avrebbe preferito congedarsi dalla nazionale in ben altra maniera, in una partita in cui gioca un ruolo da comprimario, mai veramente impegnato.

Chiellini e Bonucci prendono tante botte, devono tappare buchi e costruire il gioco. Fanno tutto, troppo e male. 

Jorginho e Florenzi sono gli ultimi ad arrendersi: una base per ricostruire, insieme a Candreva.

Nella caporetto azzurra si salvano Parolo e Darmian. (El Shaarawy subentra ma senza fortuna).

Gabbiadini non combina mai niente di buono. Ventura lo sostituisce con Belotti, forse troppo tardi.

Immobile non trova la via del goal, poi si innervosisce e perde completamente la bussola.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • In italia sono tenuti troppo sul piedistallo e quindi campano di gloria e questo non è buono perchè non spinge a migliorare se stessi ed avere i piedi in terra!

  • di clamoroso c'è ben poco, non sono stupito piu' di tanto. Quando non si sa giocare a calcio , si perde. Certe figure e' meglio farle fuori dai mondiali, ma in fase di selezione. Questi ragazzi comunque possono ugualmente seguitare a dilettarsi col calcio, nella mia zona e' molto famoso il torneo dei bar e le giovanili del calcio (amatori) sono ben seguite, credo siano competizioni all'altezza ed adatte per gli undici che ho visto in campo ieri sera con la maglia della nazionale. Se poi invece hanno perso per mancanza di impegno, perche' magari non gli piace giocare a calcio, ci sono sempre altri sport aventi come oggetto il rotolare di una sfera, tipo il biliardo o il gioco di bocce, possono dedicarsi a questo.

  • Non sono un grande intenditore di calcio, ma tenete conto che la partita si gioca in due è uno deve perdere, poi ci vuole anche un pizzico di fortuna. Noi siamo stati sfortunati.

    • qualcuno l'aveva detto anche del Brasile, che erano stati sfortunati, quando avevano perso 1 a 7 contro la Germania, quancuno la vede come una questione di sfortuna... :-)

  • Le societa' DEVONO mettersi in testa che devono formare le squadre con i nostri vivai e non andare a sprecare miliardi con questi stranieri, devono farli maturare e che preparassero i loro giocatori per un'eventuale chiamata in Nazionale.

  • Tutti i giocatori senatori a casa, si dovra' riformare la nuova Nazionale.Io mi rivolgo alla F.I.G.C. DI NON FAR GIOCARE PIU' GIOCATORI STRANIERI e Fare un regolamento alle societa' di formare le quadre con i nostri ragazzi. BASTA CON GLI STRANIERI CHE GLI SBATTONO IN FACCIA MILIONI DI EURO E SI ARRICHISCONO. Dobbiamo formare giocatori che diventino campioni in Nazionale e soprattutto che siano alti e non nani e che in campo diano l'anima per la Nazionale e che sappiano stare in campo. Perche' dico questo, se le societa' acquistano giocatori Stranieri come la Juve che la squadra e' piena di stranieri 8 undicesimi, a questa parte non si va avanti, perché se in una partita si ha bisogno di inserimenti di calciatori italiani non ne abbiamo.Poi ai corsi per allenatori gli devono inculcare il calcio moderno, fargli dei corsi severi che diventino allenatori che siano all'altezza di allenare.....FIGC SI HA BISOGNO DEI NOSTRI RAGAZZI DAI VIVAI, VALORIZZIAMOLI E FACVIAMOLI DIVENTARE VERI CAMPIONI, PTENDIAMO ESEMPIO DAL BRASILE HANNO INSERITO IN NAZIONALE UN RAGAZZO CHE LO DEFINISCONO IL 2 RONALDO.COSI' SI FORMANO SQUADRE VERE.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Genova, si scava ancora alla ricerca di dispersi. Autostrade: "Dobbiamo risposte"

  • Cronaca

    Crollo Ponte Morandi, oggi l'addio ad Alberto e Marta nella chiesa dove volevano sposarsi

  • Cronaca

    Forti scosse di terremoto in Molise avvertite in tutto il Sud: non ci sono danni significativi

  • Cronaca

    Terrorismo, due espulsi per motivi di sicurezza: "Radicalizzati"

I più letti della settimana

  • Maria De Filippi svela il lavoro del figlio Gabriele, poi la dedica: "Un senso di appartenenza reciproco"

  • Ferragosto con l'allerta meteo: le previsioni per le prossime ore

  • Temptation, Martina e Andrew fanno sul serio: arriva la dichiarazione 'social'

  • Crollo Genova, i nomi delle vittime

  • Pensioni, c'è solo Quota 100 (con paletti) all'orizzonte: "addio" a Quota 41 o 42

  • Crolla un ponte dell'autostrada a Genova: "Decine di morti, anche un bimbo"

Torna su
Today è in caricamento