Olimpiadi 2012, Jessica Rossi che mira. Oro e record per i 'terremotati'

La 20enne emiliana è chirugica: vince l'oro e fa anche il record olimpico. Dominio in qualificazione con un 75 su 75 mai più migliorabile

Medaglia d'oro, record mondiale e record olimpico. L'ottava giornata dei giochi olimpici di Londra 2012, è nel segno di Jessica Rossi. La 20enne emiliana di Crevalcore va alla grande nel Trap. La slovacca Stefecekova, la francese Reau e la san marinense Perilli pressano la nostra azzurra ma Jessica è un cecchino. 99/100. Novantanove su cento. Scritto fa davvero impressione.

Un angelo biondo dalla canna fumante. Una precisione chirurghica nel colpire il piattello che vola a 120 km orari che parte da una distanza di 15 metri dal tiratore. Una vittoria stra meritata e dedicata alle popolazioni terremotate dell'Emilia, sua terra d'origine.

Quel dichetto che sembra un cd di pochi centimetri e che quando viene colpito crea un fumo fucsia capace di regalare gioie enormi. I primi piattelli per Jessica Rossi sono perfetti. L'errore arriva solamente nell'ultima parte di gara a 8 piattelli alla fine ma poco importa. Le avversarie sono dietro. Troppo. In pochi istanti arrivano anche record olimpico e record mondiale di finale. Fantastica.

La slovacca Zuzana Stefecekova ha conquistato la medaglia d'argento dopo lo spareggio con la francese Delphine Reau, bronzo, e la sammarinese Alessandra Perilli, che ha chiuso al quarto posto. Le 3 atlete, lontanissime dalla Rossi, hanno chiuso la finale con lo score di 93.

Con tre sessioni di tiro a punteggio pieno Jessica Rossi (75/75), nella semifinale olimpica, si era messa alle spalle la slovacca Stefecekova (73/75) e all’australiana Balogh (72/75). L’azzurra ha stabilito il nuovo record mondiale in qualifica detenuto da Victoria Chuyko (Ucraina) 74/75 che lo aveva stabilito a Nicosia (Cipro) agli Europei del 1998. Un record che mai nessuno gli potrà togliere. Un record poi trasformato in record olimpico. Fantastica.

Ha solo vent'anni, ed è alla sua prima Olimpiade ma ha la classe e la freddezza di una veterana. Insomma non bisogna farla arrabbiare la ragazza col fucile anche perché Jessica Rossi da Crevalcore, profonda provincia bolognese, può farti fuori in un secondo. Metaforicamente, s'intende. Vincitrice in Coppa del mondo di tiro a volo a soli 16 anni, a 17 si prende anche i titoli di campionessa europea e mondiale, la più giovane della storia e nella semifinale olimpica fa un super record che nessuno potrà mai battere. Mica male per una ragazza che due anni fa non aveva neanche il porto d'armi. 

Anche il Capo della Polizia, Prefetto Antonio Manganelli, si è congratulato con Jessica Rossi per la medaglia d'oro conquistata alle Olimpiadi di Londra nel tiro al volo fossa olimpica. L'atleta fa parte infatti del Gruppo Sportivo della Polizia di Stato Fiamme Oro.

ECCO IL MEDAGLIERE AGGIORNATO

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prende il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere 78 auto intestate

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La giornalista Rosanna Sapori trovata morta nel lago d'Iseo

  • Roberta Girotto, mamma scomparsa: ritrovato il suo corpo nel fiume

Torna su
Today è in caricamento