Milan, niente coppe: escluso dall'Europa League 2019-2020

E' arrivata la decisione del Tas: rossoneri fuori dalle competizioni europee per la stagione  2019-2020. Sorridono Roma e Torino

L'attaccante del Milan Krzysztof Piątek (FOTO ANSA)

Niente Europa League per il Milan: il Tas (Tribunale arbitrale dello Sport) ha escluso la società rossonera dalle coppe europee per la stagione 2019-2020 per violazione delle regole sul fair play finanziario durante i periodi 2015/2016/2017 e 2016/2017/2018. E' quanto stabilito nel consent award raggiunto dal club rossonero con la Uefa davanti al Tas il 24 giugno. 

Milan fuori dalle coppe: sorridono Roma e Torino

La non partecipazione del Milan alla prossima Europa League, frutto del quinto posto ottenuto nel campionato scorso, permette alla Roma di accedere direttamente alla fase a gironi saltando il secondo turno preliminare in programma il 25 luglio e l'1 agosto. Dovrà invece disputare solo 2 partite il Torino che si giocherà l'ammissione alla fase a girone contro la vincente di Debrecen-Kukesi.

Milan fuori dalle coppe, la società: "Accettiamo la sanzione"

"Pur nella profonda amarezza per il fatto che i nostri tifosi non potranno seguire la propria squadra nella prossima Uefa Europa League, il club riconosce e rispetta il Financial Fair Play. Ac Milan prende atto che non c'è altra via che accettare le sanzioni per poter intraprendere un percorso di ritorno al pieno rispetto delle regole" si legge nel comunicato dei rossoneri". E' quanto sottolinea il club rossonero in una nota dopo l'esclusione dalle competizioni europee per la stagione 2019/2020.

"Ac Milan conferma il massimo impegno per riportare il Milan dove merita di stare, ai vertici del calcio europeo -prosegue la nota-. La sanzione odierna rappresenterà un ulteriore stimolo a massimizzare gli sforzi per rientrare nei parametri del Ffp (financial fair play) e allo stesso tempo consolidare la competitività del club, riportando Ac Milan in uno scenario di sostenibilità e di un futuro sempre più positivo" si conclude la nota ufficiale del Milan".

"L'attuale azionista di maggioranza ha rilevato il controllo del club nel luglio 2018, ereditando consistenti e accumulate perdite, dopo che la proprietà precedente di Ac Milan si era resa inadempiente ai debiti. Tali perdite e le conseguenti violazioni dei parametri del Financial fair play, riconducibili alla gestione della proprietà precedente, hanno generato le sanzioni dell'Uefa", sottolinea il club.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Dal bonus in busta paga ai buoni pasto: cosa cambia nel 2020 per i lavoratori dipendenti

  • Natalia Titova: "La malattia è peggiorata, costretta a lasciare 'Ballando con le stelle'"

Torna su
Today è in caricamento