MotoGp Silverstone, Marquez snobba Rossi: "È dura contro le Ducati"

Marquez considera la Ducati l’avversario più pericoloso nella seconda parte di stagione: ma il "Dottore" a Silverstone ha iniziato il weekend col piede giusto

ANSA

Dopo le critiche nemmeno troppo velate alla "sua" Yamaha e alle prospettive per la stagione in corso, il "Dottore" inizia col piede giusto il weekend forse decisivo dell'anno. Cominciano nel segno delle Yamaha le prove libere della MotoGp a Silverstone, sede del Gp di Gran Bretagna, dodicesima prova del mondiale in programma domenica. Il più veloce nella prima sessione è stato lo spagnolo Maverick Vinales in 2'02"073, seguito a 189 millesimi da Valentino Rossi. Terzo tempo per la Ducati di Andrea Dovizioso, a 0"190. Marc Marquez, in sella alla Honda ufficiale, non è andato oltre la decima piazza con un distacco di 1"626 dal connazionale Vinales.

MotoGp Silverstone 2018: tutti gli orari del weekend su Sky e TV8

Marquez "snobba" Rossi

Marc Marquez però viene raccontato come in grandissima forma e cercherà di aumentare il margine di 59 punti che ha sul pesarese. Non gestirà, ma attaccherà, come sempre: "La filosofia è l’attacco, è il mio stile, l’attacco è la miglior difesa, in Austria ho accumulato punti e ora penso a questa gara. Vediamo che meteo ci sarà ma l’obiettivo è provare a vincere domenica". Marquez considera la Ducati, e i suoi due piloti, l’avversario più pericoloso nella seconda parte di stagione: "Dovizioso quest'anno è più veloce, ma ha commesso anche qualche errore in più, per questo è solo quarto in classifica. Sarà dura fino alla fine, lottare con le due Ducati è molto difficile. Staccano molto forte e accelera molto forte, è difficile lottare con loro. In Austria non posso dire di avere pensato più al Campionato, non mi sono risparmiato: ho provato a vincere la gara, ho cambiato la strategia, ho spinto all’inizio, ci ho provato fino alla fine nel duello con Lorenzo".

Lorenzo dal 2019 sarà alla Honda, e Marquez ne è lieto: "Honda mi ha sempre informato nel momento in cui ha iniziato a parlare con i piloti. Quando ha cominciato a farlo con Lorenzo mi ha chiesto se ci fosse qualche problema, ho risposto subito di no. Preferisco che il pilota forte, che può vincere il Mondiale, abbia la mia stessa moto. So che c'erano in lizza anche Zarco e Dovizioso, io ho chiesto solo che fosse un pilota forte. Quello che sta succedendo ora in Ducati lo dimostra: va forte la moto e vanno forte i due piloti, la rivalità fa crescere il livello. Se può già vincere l'anno prossimo al primo anno in Honda? Spero di no! Ha dimostrato di essere forte, ha fatto fatica ma alla fine va bene con Ducati. Vedremo se sarà per una gara o per tutto l'anno, ma alla fine mi aspetto che vada forte anche con la Honda. Spero che faccia un po' fatica...».

Mercato piloti, Crutchlow rinnova

La Honda e Cal Crutchlow hanno firmato un rinnovo contrattuale fino al 2020. Lo ha reso noto la stessa Honda Racing Corporation. Il 32enne britannico è con la Honda dal 2015 nel team LCR Honda MotoGP e ha conquistato tre vittorie nella classe regina, l'ultima delle quali nel GP di Argentina ad aprile.

Classifica MotoGp 2018

Pos. Motociclista Punti Vitt. Podi
1

M. Marquez Honda

201 5 9
2

V. Rossi Yamaha

142 0 5
3

J. Lorenzo Ducati

130 3 4
4

A. Dovizioso Ducati

129 2 4
5

M. Vinales Yamaha

113 0 3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento