Bimbo chiama il numero d'emergenza e chiede un Happy Meal per la sorella: il poliziotto sorprende tutti

Un bambino di 5 anni ha chiamato il 911 per ordinare la cena da McDonald's. Un agente ha deciso di esaudire questo desiderio, spiegando anche al piccolo in quali occasioni è opportuno rivolgersi al numero d'emergenza

Il piccolo Charlie insieme all'agente Valdez nella foto condivisa su Facebook dalla polizia di Mesa (Arizona)

“Servire e proteggere” è uno dei motti più noti quando si parla di polizia, ma dagli Stati Uniti arriva una storia in cui la parola “servire” acquista un significato tutto nuovo. Tutto nasce da un bambino di 5 anni che ha composto il 911, il numero di emergenza negli Usa, non per segnalare qualche reato, ma per ordinare la cena per la sorella. 

La vicenda ha avuto luogo la settimana scorsa nella città di Mesa, in Arizona, dove l'agente Anthony Bonilla, responsabile del centralino locale del 911, è rimasto sorpreso e divertito quando Charlie Skabelund, un bimbo di soli 5 anni, ha composto il numero d'emergenza per una richiesta alquanto inaspettata. Come riportato sui social media dal Dipartimento di Polizia di Mesa, il piccolo credeva di aver telefonato al McDonald's e non con il commissariato. Quando l'agente Bonilla ha tentato di spiegare al bambino di non essere in contatto con un fast food, Charlie ha semplicemente detto di volere un Happy Meal e ha riagganciato. 

Il poliziotto ha così richiamato il numero da cui era arrivata la telefonata, chiedendo di parlare con il padre di Charlie, raccontando quando accaduto. I due hanno riso a lungo sulla vicenda, con Bonilla che ha comunque voluto inviare un agente a controllare che in casa non ci fosse realmente un'emergenza. Dopo circa 15 minuti, a casa Skabelund è arrivato l'agente Randolph "Scott" Valdez che ha consegnato a Charlie l'Happy Meal che aveva richiesto, tra la gioia e i sorrisi del piccolo. Il poliziotto, felice di consegnare il pasto al bimbo, ha approfittato dell'occasione per spiegargli in quali occasioni è opportuno rivolgersi al 911.

Kim Skabelund, la mamma di Charlie, ha voluto sottolineare ai media statunitensi la gentilezza del poliziotto: "L'agente Valdez è stato molto gentile e ha spiegato a Charlie i casi in cui si dovrebbe chiamare il 911. Gli ha fatto capire che se fosse impegnato a portare Happy Meal a tutti i bambini non potrebbe aiutare le persone che hanno davvero bisogno. Non avrebbe potuto essere più gentile''. La donna è rimasta ancora più felice quando ha scoperto che il pasto ordinato da Charlie non era per lui, ma per la sua sorellina: ''Charlie pensa sempre a lei''. Il post diffuso su Facebook dalla polizia è diventato virale, accumulando centinaia di commenti e condivisioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

Torna su
Today è in caricamento