Guasto all'impianto audio dello stadio: parte la musica metal a tutto volume

Un curioso inconveniente ha tolto il sonno per diverse ore alle persone che abitano nei pressi della nuova  Puskás Arena di Budapest: a causa di un errore è andato in loop e a tutto volume un brano dei Rammstein

La nuova Puskas Arena di Budapest (Foto da Facebook)

Non è stata una nottata piacevole per gli abitanti di Budapest, in Ungheria, quella tra lunedì e martedì. Un presunto guasto tecnico all'impianto audio della nuova Puskás Arena ha tenuto svegli gli abitanti della zona per diverse ore. Durante il soundcheck in vista dell’inaugurazione, prevista il prossimo 15 novembre, quando ci sarà l’incontro di calcio tra Ungheria e Uruguay, i tecnici hanno provato l'impianto mettendo a tutto volume il primo singolo del nuovo album dei Rammstein, noto gruppo metal di origini tedesche.

Peccato che, una volta finiti i test sull'audio, il brano sia andato a ripetizione e a volume altissimo per quasi tutta la notte. Alcuni testimoni hanno riferito ai media locali di aver sentito la musica addirittura fino alle 7.30 del mattino, mentre secondo altri si è fermata alle 2.30.

La società che si occupa di gestire l'impianto audio del nuovo stadio di Budapest ha subito chiesto scusa per l'inconveniente attraverso un messaggio su Facebook. La struttura si trova infatti al centro della capitale ungherese, circondato da moltissime abitazioni, motivo per cui la nottata con i Rammstein a tutto volume potrebbe aver tenuto svegli decine di cittadini. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il concorso “per tutti” (o quasi): 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Imu e Tasi, ci sono novità: rischio stangata, ma per alcuni sarà conveniente

Torna su
Today è in caricamento