Altro che Cid, viene tamponato da Zidane e chiede un selfie

Una constatazione che più amichevole non si può, quella tra Ignacio Fernández e l'allenatore del Real Madrid. L'uomo coinvolto nell'incidente si è accontentato di uno scatto con il campione francese

Valdeorrés Ignacio Fernández e Zinedine Zidane

Venire tamponati da un'altra auto non è mai piacevole, ma può essere un insolito modo per fare la conoscenza di uno dei propri idoli. E' la storia di Valdeorrés Ignacio Fernández che sabato scorso, mentre si trovava nei pressi della Ciudad Deportiva del Real Madrid, è stato colpito da un altro veicolo. 

Uno spiacevole imprevisto che fortunatamente non comporta nessuna conseguenza fisica, ma solo qualche lieve danno alle due autovetture. Quando però Fernández scende dalla sua macchina davanti si ritrova… Zinedine Zidane. Sì, perché a tamponarlo è stato proprio l'allenatore del Real Madrid. "Gli ho detto: 'avrei preferito conoscerti in altre circostanze, ma va bene così'", ha raccontato l'automobilista a La Voz de Galicia. 

Fernández racconta altri particolari della vicenda: "Quando ho visto che era Zidane mi sono tranquillizzato, almeno sapevo che sicuramente mi avrebbero pagato tutti i danni. Gli ho dato il mio numero di telefono ma come immaginavo lui non mi ha dato il suo, poi gli ho chiesto se potevamo farci un selfie, perché la gente non avrebbe mai creduto che ero stato tamponato da Zidane. Lui è stato gentilissimo e mi ha detto di sì. Si è tolto il cappello e ci siamo fatti una foto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento