L'Australia chiude le frontiere: "Solo migranti qualificati"

Il Primo Ministro australiano Malcolm Turnbull annuncia: "Il lavoro prima agli australiani, regole più severe". Da oggi è più difficile ottenere un visto permanente per i 25mila italiani che ogni anno seguono l'Australian dream

MELBOURNE - Da oggi sarà più difficile ottenere un visto permanente in Australia. Il Primo Ministro australiano Malcolm Turnbull annunciando “Il lavoro prima agli australiani” ha abolito da un giorno all'altro uno dei visti più utilizzati dagli italiani per lavorare in Australia: il famoso 457, un contratto di lavoro di due o quattro anni, che portava alla residenza permanente.

In Australia vivano circa 1 milione di italiani. "In sostanza quello che cambia – spiega Ilaria Gianfagna che tre anni fa ha fondato Just Australia, un infopoint a Melbourne per gli italiani che vogliono trasferirsi in Australia – è che il nuovo visto si chiamerà Temporary Skill Shortage e darà la possibilità di rimanere fino a quattro anni in Australia e solo per alcune professioni sarà possibile richiedere la residenza permanente dopo questo percorso. 

Migranti qualificati